Dall'incubo Istanbul alla magica notte di Atene: l’ultima Champions League vinta dal Milan

Paolo Maldini
AC Milan v Liverpool - UEFA Champions League Final | Etsuo Hara/Getty Images

La prima squadra italiana ad aver vinto la Champions League e quella che è riuscita a collezionare più vittorie in Europa e nel mondo. Nel panorama calcistico nostrano i numeri del Milan sono tra i più eminenti, ma la lotta per la coppa dei Campioni si ferma nel lontano 2007, quando Carlo Ancelotti e i suoi riuscirono a conquistare Atene.

La cinquantaduesima edizione di Champions League per il Milan è un dipinto vivido, imbevuto di smania e rivalsa, un risarcimento dopo l'incubo di Instanbul del maggio 2005, quando l'afa dei primissimi giorni d'estate non riuscì a rilassare i nervi di una finale spietata, che si era divincolata e ribaltata sotto gli occhi di una squadra inerme. Due anni dopo la notte di follia, il Milan si addentra nei gironi di Champions, facendo fuori ogni squadra al suo passaggio. Dall'esordio contro la Stella Rossa fino alla semifinale con il Manchester United. Dopo la disfatta all'Old Trafford contro quella che probabilmente era la squadra più in forma d'Europa, il Milan riesce a ribaltare le prospettive vincendo per un perfetto 3-0 a San Siro, e arrivando in finale. Il 23 maggio 2007, dopo due anni dalla disfatta di Instanbul, il Milan ritrova il Liverpool, unico ostacolo tra sè e la coppa. Un singolare scherzo del destino replica la finale del 2005, i Reds contro i diavoli, ma questa volta non si può sbagliare.

Filippo Inzaghi
AC Milan v Liverpool - UEFA Champions League Final | Etsuo Hara/Getty Images

Il primo tempo della partita è mitigato dalla pressione, il Milan non riesce a imporsi e anzi, alcuni errori di Jankulovski permettono al Liverpool di entrare in area e spaventare i rossoneri, tuttavia le giocate sono puntuali, sfruttano gli errori avversari e testano il terreno. Al 45esimo minuto su una punizione battuta da Pirlo, Inzaghi ci mette del suo e la devia in porta, Galliani scatta in piedi, la panchina esulta ed è 1 a 0. Più tardi Superpippo rivelerà che fin dal primo movimento di Pirlo, già sapeva dove sarebbe andata la palla. Un pò di fortuna, un pò di Pippo Inzaghi e il Milan si porta in vantaggio. Ma è nel secondo tempo che la squadra si impone maggiormente e all'82esimo Kakà serve sempre lo stesso uomo, sempre Inzaghi, che salta Reina e segna il 2-0, corre verso la bandierina e impazzisce di felicità.

AC Milan's defender Paolo Maldini (C) li...
AC Milan's defender Paolo Maldini (C) li... | PAUL ELLIS/Getty Images

Sul finale arriverà anche un goal dal Liverpool che nulla potrà contro un Milan furente. Pippo Inzaghi sarà l'lultimo italiano a segnare in una finale di Champions, protagonista assoluto di Atene, baciato dalla fortuna. Grande uomo partita anche Kakà che corona il periodo migliore della sua carriera con una coppa dei Campioni, e nello stesso anno anche con il Pallone d'Oro. Epoca del grande Milan e riflesso di un passato glorioso, l'ultima Champions, vinta davanti a 74 000 spettatori e più. Ancelotti e i suoi tornano a Milano e la trovano in festa, deliziata da una vittoria che era stata predetta come in un sogno, destino di una città, di una squadra, e di milioni di tifosi.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.