Milan

Dai ricavi agli sponsor: le mosse di Cardinale per portare in alto il Milan

Stefano Bertocchi
La festa scudetto del Milan
La festa scudetto del Milan / PIERO CRUCIATTI/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo l'ufficialità del signing tra RedBird Capital ed Elliott, Gerry Cardinale studia le strategie per continuare a rendere grande il Milan. L'italo-americano parte da una base solida e ha tutta l'intenzione di far crescere il club facendo evolvere il marchio rossonero nel mondo e, possibilmente, continuando a vincere. È quanto sottolinea oggi tra le sue pagine Tuttosport.

Uno dei fattori che ha portato RedBird ad investire sul Milan è stata anche la solidità economica del club che grazie al lavoro di Elliott, con il bilancio da chiudere il prossimo 30 giugno che si dovrebbe assestare con una perdita consolidata attorno ai -50 milioni, in miglioramento rispetto ai -98 dello scorso anno.

L’obiettivo di Cardinale è anche di aumentare i ricavi per arrivare al pareggio di bilancio nelle prossime due stagioni. "Il che vuol dire, però, una presenza costante in Champions League (il Milan sarà testa di serie nel sorteggio di agosto) e ampliare il range degli sponsor, ovvero il terreno di caccia di RedBird che dal 2014 – anno della sua fondazione – a oggi ha prodotto 20 miliardi di plusvalore nelle oltre 20 operazioni nelle quali il fondo di Gerry Cardinale ha investito", conclude TS.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit