Nazionale

Da dove ripartirà l'Italia di Mancini

Francesco Castorani
Roberto Mancini, head coach of the Italian football team in...
Roberto Mancini, head coach of the Italian football team in... / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Si ferma il campionato, riparte la Nazionale. Due settimane di sosta per permettere agli azzurri di disputare la Nations League: il 23 e il 26 settembre contro Inghilterra e Ungheria, rispettivamente in casa e in trasferta.

Due gare per dimenticare un periodo negativo che dura da quasi un anno, quando i due pareggi contro Svizzera e Irlanda del Nord hanno fatto sfumare la qualificazione diretta a Qatar 2022. Nelle ultime 9 partite gli azzurri di Mancini hanno ottenuto soltanto due vittorie, incrinando statistiche che fino all'estate del 2021 erano pressoché perfette.

Si è già ampiamente discusso del fatto che si sia rotto qualcosa in quell'armonia che aveva trasformato la nostra Nazionale in una delle più temibili, guidandoci fino alla vittoria dell'ultimo Europeo. Occorre dunque ricostruire e Mancini ci sta provando come in passato sperimentando nuovi e giovani giocatori per creare il miglior gruppo possibile. Questi i 29 convocati per le due sfide.

Ci sono diversi assenti. Molti gli esclusi dalla Capitale: sulle fasce Mancini ha optato per Politano e Grifo (scelte comprensibili visto il periodo di forma), ai quali ha aggiunto i giovani Cancellieri, Gnonto e Zerbin, dimostrando una linea ben chiara. A casa rimarrà Mattia Zaccagni, autore di una buona partenza con Maurizio Sarri e la Lazio, e anche Nicolò Zaniolo che, nonostante la lussazione alla spalla, sta dimostrando una forma fisica eccellente.

Mattia Zaccagni, Nicolo Zaniolo
Italy Training Session & Press Conference / Claudio Villa/GettyImages

Fuori Frattesi tra i centrocampisti nonostante l'ottimo avvio e anche Miretti, che forse è quello che avrebbe meritato di più la convocazione visti gli esterni alti. In difesa escluso Gianluca Mancini della Roma e confermato Gatti, mentre il CT sembra continuare a non apprezzare il capitano del Milan Calabria, e ha escluso anche Spinazzola, per far posto alla novità Pasquale Mazzocchi.

Leonardo Spinazzola, Gianluca Mancini
Italy Training Session / Claudio Villa/GettyImages

La mancata convocazione che però ha suscitato un generale scalpore senza questioni di tifo che possono offuscare il giudizio, è quella di Destiny Udogie, quinto di centrocampo dell'Udinese che gioca a livelli alti già da un anno ed è stato acquistato dal Tottenham per 20 milioni di euro. Il terzino è in un ottimo momento di forma con un Udinese primo in classifica e ha già segnato due reti.

Destiny Udogie
US Sassuolo v Udinese Calcio - Serie A / Alessandro Sabattini/GettyImages

Punto Nations League

L'Italia, inserita nel gruppo 3 della Lega A è al momento in terza posizione con 5 punti. Prima l'Ungheria a quota 7, seconda la Germania a 6 e fanalino di coda l'Inghilterra a quota 2. Con 6 punti da conquistare è ancora possibile centrare il primo posto e accedere alle fasi finali, ma lo è anche retrocedere nella Lega B con l'Inghilterra chiamata a vincerle entrambe per evitare una clamorosa discesa nelle seconde 16 d'Europa.

facebooktwitterreddit