Inter

Cosa serve all'Inter sul mercato da qui a fine agosto?

Lorenzo Zornetta
Beppe Marotta, uno degli uomini mercato dell'Inter
Beppe Marotta, uno degli uomini mercato dell'Inter / Giuseppe Cottini/GettyImages
facebooktwitterreddit

Manca poco più di un mese alla fine del calciomercato estivo ed è tempo di un primo bilancio per capire a che punto è la costruzione della rosa dell'Inter e cosa eventualmente potrebbe ancora mancare per puntare allo Scudetto.

Partendo dal reparto difensivo c'è stato l'acquisto a parametro zero di André Onana dall'Ajax che sarà il secondo portiere alle spalle di capitan Handanovic. Il camerunense nelle prime uscite ha dimostrato grande reattività e riflessi, ma meno sicurezza nelle uscite alte e probabilmente avrà bisogno di tempo per guidare con sicurezza la difesa e un anno per ambientarsi potrebbe essere importante per la sua crescita.

In difesa c'è stata l'uscita di Andrea Ranocchia che si è accasato al Monza e Simone Inzaghi ha più volte manifestato la necessità di trovare un sostituto che ancora non è arrivato. Il mancato acquisto di Bremer, andato ai rivali bianconeri, ha lasciato non poca amarezza in casa nerazzurra mettendo in evidenza le difficoltà economiche del club che dopo diversi mesi di trattative si è visto scippare il giocatore in pochi giorni. Fortunatamente per i tifosi nerazzurri sembra arenata la trattativa per Skriniar al PSG, con i francesi che non hanno mai raggiunto la richiesta dei famosi 70 milioni di euro fatta dalla coppia Marotta-Ausilio, ma il valzer dei difensori a livello europeo inizia a spaventare la tifoseria.

Con Jules Koundé che sembra aver scelto Barcellona, il Chelsea potrebbe puntare forte su Presnel Kimpembe proprio del PSG spingendo così i francesi ad arrivare senza troppi pensieri a soddisfare le richieste dell'Inter per acquistare Milan Skriniar. Trovare poi un sostituto all'altezza di Skriniar, avendo perso Bremer, sarebbe realmente complicato e rischierebbe di indebolire sensibilmente un reparto che per molto tempo è stato la forza dell'intera squadra. I nomi in entrata che circolano al momento sono quelli di Demiral, che potrebbe rientrare nell'operazione che porterebbe Pinamonti all'Atalanta, e Milenkovic della Fiorentina, che in fase di rinnovo ha strappato la promessa di poter partire in caso di occasione importante per la propria carriera.

I compagni festeggiano Brozovic dopo un gol
Il centrocampo dell'Inter 2021-22 / Insidefoto/GettyImages

Il centrocampo è stato probabilmente il punto di forza della passata stagione, ma nei cinque titolarissimi c'è stata la pesante uscita di Ivan Perisic che è stato tra i migliori giocatori del passato campionato. Altre uscite, seppur meno importanti, sono state quelle di Vidal e Vecino, sostituiti in maniera adeguata con gli ingressi di Asllani, ottime sensazioni come vice Brozovic in questo precampionato, e Mkhitaryan, apparso ancora indietro di condizione ma con indiscutibili qualità.

La vera preoccupazione però rimane sulle fasce; l'arrivo di Bellanova, che sarà il vice Dumfries sulla fascia destra, non lascia tranquilli i tifosi che, orfani di Perisic, temono che scarseggino quelle discese e quelle situazioni da uno-contro-uno tipici del croato che hanno portato molti punti nel campionato passato. Robin Gosens, titolare a sinistra, oltre ad aver dimostrato un giustificabile ritardo di condizione e brillantezza, ha già evidenziato i primi problemi fisici che lo hanno tenuto fuori nell'ultima amichevole contro il Lens.

Proprio le tenuta fisica del tedesco è la preoccupazione maggiore dei tifosi e forse anche della società che sembra iniziare a ragionare su un possibile acquisto per la fascia sinistra.

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku / Nicolò Campo/GettyImages

L'attacco è il reparto che preoccupa meno Simone Inzaghi che può contare sul grande ritorno di Romelu Lukaku, che oltre ai gol porta con sé nuove soluzioni tattiche e grande leadership. A completare il reparto ci saranno Dzeko, Lautaro e Correa.

Alexis Sanchez sta creando non pochi problemi rifiutando per adesso ogni accordo sulla buonuscita per arrivare alla risoluzione contrattuale, ma alla fine un accordo verrà trovato e il cileno non sarà più un giocatore nerazzurro. Anche Andrea Pinamonti sembra destinato a partire per l'ennesima volta probabilmente direzione Bergamo, anche se il Sassuolo nelle ultime ore ha manifestato il proprio interesse per il giocatore italiano.

Con queste uscite, Inzaghi vorrebbe un quinto uomo, una seconda punta per completare il reparto e il nome delle ultime ore è quello di Dries Mertens, svincolato dal Napoli. Il profilo potrebbe essere quello giusto per integrarsi alla perfezione con gli attaccanti in rosa, ma l'acquisto del belga evidenzia ancora di più il rimpianto per aver perso quel Paulo Dybala tenuto in pugno lungamente e poi lasciato libero di andare a Roma.


Segui 90min su Youtube.

facebooktwitterreddit