Cosa mi aspetto dalle due semifinali di Coppa Italia

Milo Zatti
Jun 11, 2020, 8:05 PM GMT+2
facebooktwitterreddit

Dopo più di tre mesi tra venerdì e sabato ritornerà il calcio giocato anche in Italia. Dopo la riapertura della Bundensliga qualche settimana fa, sarà infatti il calcio nostrano a ripartire. Si comincia questo weekend con le gare di ritorno delle due semifinali di Coppa Italia che saranno poi seguite nel prossimo fine settimana dal ritorno della Serie A. L'attesa è tanta e in molti si domandano come sarà il rientro in campo delle squadre. Su questo fronte però le incognite sono moltissime ed è difficile fare qualsiasi tipo di previsione. Una cosa sembra abbastanza certa: saranno tutti parecchio fuori forma perché, nonostante gli allenamenti siano ripresi in maniera parziale nelle ultime settimane, per più di due mesi i giocatori sono rimasti a casa, allenandosi solo individualmente. Sembra anche abbastanza ovvio che data la lunga assenza dai campi e data la mancanza di veri e propri allenamenti collettivi, ai giocatori servirà del tempo per ritrovare l'intesa di squadra. In più c'è anche da considerare l'impatto psicologico della situazione, tornare a giocare in uno stadio vuoto, contro avversari forti e per di più in una partita che ha in palio una finale non sarà semplice. D'altro canto c'è da dire che in Germania le compagini di punta del Bayern Monaco e del Borussia Dortmund non sono sembrate troppo indolenzite dalla pausa con i gialloneri della Ruhr che al loro ritorno in campo hanno distrutto per 4-0 i loro acerrimi rivali dello Schalke 04 sfoderando un'ottima prestazione al di sopra delle aspettative.

Considerando tutti questi fattori, come detto, è impossibile prevedere come andranno a finire le partite in programma per questo weekend, tuttavia per sfizio abbiamo provato ad immaginare cosa potrebbe succedere, chi potrebbero essere i giocatori e le squadre più in forma, chi potrebbe floppare ed infine quali potrebbero essere i risultati finali.

Juventus - Milan

Data: venerdi 12 giugno
Ore: 21.00
Luogo: Allianz Stadium di Torino
Risultato dell'andata: 1-1, goal di Ante Rebic 60' (Milan) e Cristiano Ronaldo 90' (Juventus)

Nella partita di ritorno della prima semifinale di Coppa Italia tra Juventus e Milan saranno i bianconeri a partire con un po' di vantaggio dato il risultato relativamente favorevole raccolto all'andata. Non siamo ben sicuri se conti davvero come un vantaggio data la situazione ma la Juve gioca anche in casa quindi c'è un altro piccolo punto a loro favore. I bianconeri questa stagione sono ancora in corso per il Treble ed arrivano a questa partita con l'obiettivo di portare a casa il loro primo trofeo. La finale della Coppa è in programma infatti pochi giorni dopo, mercoledì 17 giugno allo stadio Olimpico di Roma. Il Milan invece si gioca tutto in questa sfida, la stagione dei rossoneri è stata infatti deludenti finora con la squadra di Stefano Pioli che è addirittura settima in campionato e rischia di non partecipare alle competizioni europee la prossima stagione. Questa partita sarà importante anche per il tecnico rossonero che sembra essere agli ultimi atti con la società meneghina e che appare destinato ad essere rimpiazzato dal tedesco Ralf Rangnick la prossima stagione. La strada è veramente in salita per il Diavolo che dovrà anche fare a meno di elementi fondamentali come Zlatan Ibrahimovic, Theo Hernandez e Samu Castillejo, tutti squalificati. Dall'altra parte invece la Juve ha a disposizione tutti i pezzi più pregiati della sua rosa. Nonostante il risultato non necessariamente negativo e l'ottima prestazione dell'andata la vediamo veramente difficile per i rossoneri. A mio avviso a prevalere saranno i bianconeri che avranno senza dubbio voglia di ricominciare al massimo una stagione che potrebbe rivelarsi molto positiva per loro nonostante gli ostacoli sul cammino. Inoltre credo che un atleta del livello di Cristiano Ronaldo nonostante la quarantena arriverà assolutamente in forma per questa partita. Stessa storia per l'argentino Paulo Dybala che dopo la brutta esperienza del Coronavirus avrà una voglia pazzesca di tornare ad incantare i tifosi con le sue giocate. Per i rossoneri voglio credere che questa sia una grande opportunità e possa essere la partita della svolta per Lucas Paquetà.

Napoli - Inter

Data: sabato 13 giugno
Ora: 21.00
Luogo: Stadio San Paolo di Napoli
Risultato dell'andata: 1-0, goal di Fabian Ruiz 56' (Napoli)

Nella partita di ritorno della seconda di semifinale di Coppa Italia tra Napoli ed Inter saranno i partenopei a partite con un buon vantaggio dato il risultato favorevole dell'andata giocata a febbraio. Come per l'altra partita anche qui diciamo lo stesso, se si può effettivamente considerare un vantaggio date le condizioni attuali, il Napoli ha dalla sua anche il fatto di giocare in casa. Situazione complicata per l'Inter di Antonio Conte che tecnicamente parlando è ancora in corsa per tutti gli obbiettivi della stagione: oltre alla Coppa Italia infatti i nerazzurri hanno ancora la possibilità (seppur remota) di competere per lo scudetto, essendo attualmente 9 punti dietro alla Juve con però una partita da recuperare. Oltre a questo la compagine meneghina è ancora in corsa anche per l'Europa League dove dovrà affrontare gli spagnoli del Getafe. Diversa è invece la storia per il Napoli che dopo una fallimentare partenza in campionato sotto la guida di Carlo Ancelotti si è parzialmente ripreso con Gennaro Gattuso ma rimane sempre in sesta posizione a ben 23 punti dalla vetta, chiuso quindi il discorso scudetto per i partenopei. Oltre alla Coppa Italia però gli azzurri sono ancora in corsa per la Champions League dove hanno pareggiato 1-1 la partita di andata giocata al San Paolo contro il Barcellona e sono in attesa di sapere quando si giocherà il ritorno. Come per i cugini rossoneri, anche per i nerazzurri la strada è molto in salita con la formazione di Antonio Conte che sarà costretta a cercare il goal facendo attenzione a non concederne uno allo stesso tempo. L'Inter probabilmente dovrà fare a meno di Diego Godin, Matias Vecino, Stefano Sensi ed Alexis Sanchez che appaiono vagamente fuori forma, niente di troppo grave però perché i nerazzurri hanno validissime alternative in tutti questi ruoli. Molto probabilmente vedrà il campo finalmente anche Christian Eriksen, reduce di una non piacevolissima esperienza durante la quarantena quando è stato mandato via dall'hotel dove risiedeva per motivi di sicurezza ed ha soggiornato per un periodo ad Appiano Gentile. Data la probabile presenza del danese in campo dal primo minuto e la necessità di segnare almeno un goal prevediamo che gli uomini di Conte si disporranno in campo con un 3-4-1-2 con i soliti Lautaro Martinez e Romelu Lukaku come coppia d'attacco. Per il Napoli invece è abbastanza pesante l'assenza del difensore greco Kostas Manolas che verrà probabilmente rimpiazzato da Nikola Maksimovic. In attacco sarà probabilmente parte favorito l'ex Inter Matteo Politano su José Callejon per affiancare Lorenzo Insigne e Dries Mertens nel tridente offensivo. Nonostante le indubbie difficoltà voglio sbilanciarci, prevedo una vittoria dei nerazzurri (con conseguente passaggio del turno) o al massimo un pareggio. Voglio credere che questa possa essere la grande opportunità di svolta per il danese Christian Eriksen che fino ad ora è stato usato solo col contagocce dal tecnico nerazzurro. Credo anche che questa possa essere la gara in cui si tornerà a vedere quell'ottima intesa tra Lautaro Martinez e Romelu Lukaku che si era vista fino all'infortunio dell'argentino e che è un po' mancata nei primi periodi dopo il suo ritorno. Per il Napoli credo che questa possa essere una chance per Dries Mertens di mettere a tacere le voci di mercato, mostrando ancora una volta il suo talento ed il suo attaccamento al Napoli.

facebooktwitterreddit