Shomurodov: "Qui per vincere con la Roma e per Mourinho". Viña: "Posso fare anche il centrale"

Omar Abo Arab
Viña e Shomurodov,
Viña e Shomurodov, / Silvia Lore/Getty Images
facebooktwitterreddit

Hanno già vestito la maglia della Roma nelle prime due uscite ufficiali Eldor Shomurodov e Matias Viña, due degli acquisti di Tiago Pinto per questa sessione di mercato, la prima con José Mourinho al comando. E oggi, a Trigoria, lo stesso General Manager portoghese ha presentato i due calciatori in conferenza stampa: "Per me è un orgoglio aver preso questi due calciatori. Sono due profili che sono in linea col progetto - le parole di Tiago Pinto riportate da vocegiallorossa.it -. Sono calciatori con prospettiva futura e ambizione di vincere. Credo che sia coerente con quanto detto prima. Vina è un calciatore che conosco bene da tanto tempo. Ha vinto 5 titoli. È anche importante dire che possa giocare con Spinazzola, non è giusto dire che sia il sostituto, non è giusto per lui. Eldor è arrivato in Italia la scorsa stagione e noi abbiamo capito che le sue caratteristiche potevano essere importanti per la squadra e l'allenatore. Sono stati un grande lavoro tra me e lo staff tecnico e lo scouting. Credo che queste sono le parole che mi piace dire in questo momento"

A Roma non si vince da 20 anni, hai consigli su come si vince?
Viña: "Buonasera a tutti. Sono giovane ma ho già avuto la fortuna di vincere abbastanza. Il segreto è giocare una partita alla volta, senza porsi mete a lungo termine. Un passo alla volta". 

Perché sei arrivato nel grande calcio a 26 anni?
Shomurodov: "Difficile rispondere. Ogni anno mi sono dato obiettivo di migliorare sempre. Non è importante l'età, l'importante è che sia qui e non vedo l'ora di dimostrare quello che valgo e vincere qualcosa con la Roma e per la Roma". 

Edor Shomurodov of AS Roma in action during the Serie A...
Edor Shomurodov / Insidefoto/Getty Images

Trattativa improvvisa o parlavate già con la Roma prima dell'infortunio di Spinazzola?
Viña: "Ero al Palmeiras e ho saputo dell'interesse della Roma, ho parlato con Mourinho. Arrivato qui ho fatto il periodo di quarantena e mi sono allenato con la squadra e sono felice di essere qui oggi". 

Come ti vedi in coppia con Abraham?
Shomurodov: "Per il mio ruolo devo dire che sia che giochi largo o al centro per me non ho preferenze, mi trovo bene in entrambi i ruoli. Devo dire che la cosa importante è che tutto quello che viene deciso sia per il bene della Roma. Se la cosa più importante per la squadra è giocare con Abraham non vedo l'ora di farlo". 

FBL-ITA-ROMA-RAJA CLUB ATHLETIC-FRIENDLY
Matias Viña / ANDREAS SOLARO/Getty Images

Come cambia il tuo ruolo qui in Italia?
Viña: "Cambia molto sopratutto dal punto di vista tattico, non tanto sul piano fisico. Sono abituato al calcio aggressivo. Gioco con la nazionale dove il ritmo è diverso e l'aggressività è maggiore. Mi sto rapidamente aiutando ai dettami e le idee del mister e sto acquisendo l'intesa con i compagni". 

Ti senti questa grande voglia di vincere? Quali sono i tuoi punti di riferimento?
Shomurodov: "Come ho detto prima, ero concentrato sul giocare bene e migliorare me stesso, senza mettermi fretta. Adesso devo pensare al bene della Roma. Dobbiamo raggiungere la vittoria di un trofeo. Il punto di riferimento è questo, la fame di vittoria. Mi interessa dare una mano alla squadra, portare dei trofei". 

Sei pronto per giocare anche difensore centrale? Ne hai parlato con Mourinho?
Viña: "No, però sono preparato per giocare in questa posizione. È una posizione che conosco, non ho problemi a giocare a 3, a 5, terzino o centrale".  

Qual è il tuo rapporto con Mourinho?
Shomurodov: "Effettivamente ci siamo visti 2 anni fa a Mosca. Quando è arrivata la notizia dell'interesse della Roma per me ho detto subito di sì, in primis per la Roma, per la piazza e per gli obiettivi, poi per Mourinho che è uno dei migliori allenatori al mondo". 

José Mourinho
José Mourinho / Giuseppe Bellini/Getty Images

Che effetto di hanno fatto i tifosi della Roma?
Viña: "Vengo dal Sudamerica dove le tifoserie sono calde e si sentono forte sul terreno di gioco. Questo fa sì che il calciatore renda al di là delle proprie capacità. Ritrovare il pubblico è stato un effetto bellissimo che piace a ogni calciatore". 

In cosa senti di dover crescere?
Shomurodov: "Appena sono arrivato volevo far vedere quello di cui ero capace. Probabilmente quello che ho dimostrato è stato di più di quanto mi aspettavo. Devo ancora migliorare in svariati aspetti per dare una gioia ai nostri tifosi". 

Mourinho di chiede più la fase di spinta o la copertura?
Viña: "In Turchia sono state le circostanze della partita a determinare l'interpretazione. Dipende dalla gara e dalla gestione. Dobbiamo continuare ad allenarci così bene. Devo migliorare tatticamente, abituarmi a un calcio diverso da quello sudamericato trovando l'equilibrio tra fase difensiva e offensiva". 


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit