Juventus

Juventus, Allegri: "Partenza disastrosa. I giovani si diano una sveglia"

Alessio Eremita
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / JONATHAN NACKSTRAND/Getty Images
facebooktwitterreddit

Massimiliano Allegri ha presentato in conferenza stampa il match di Champions League contro il Malmoe. Ecco le dichiarazioni del tecnico della Juventus raccolte da calciomercato.com.

FACCIA - "Era la prima in casa quella volta che parlai della faccia bianca contro il Malmoe. Situazioni diverse, eravamo partiti bene in campionato ma si arrivava da eliminazione negativa in Europa. Stavolta siamo qui dopo partenza disastrosa in campionato, dobbiamo vincere per affrontare il girone nel migliore dei modi".

'15-'16 - "Non so se fu quella la stagione più bella. Nel calcio non si può mai dire quello che può succedere. L'unica cosa è che noi dobbiamo far succedere le cose, in questo momento in campionato non sono andate bene anche se la squadra per alcuni tratti si è ben comportata. Dobbiamo uscirne nel migliore dei modi, ma per la Champions. Poi sabato penseremo al campionato. Domani è importante fare una bella partita tecnica, bisogna affrontare partite con serenità perché comunque...la differenza è che se avessimo avuto 5-6 punti in più avremmo dovuto analizzare le stesse prestazioni ma le guarderemmo diversamente. Miglioreremo, a centrocampo credo che i tre non si siano mai visti insieme. Quella rincorsa ricominciò con un gol di Cuadrado al 93'... poi bisogna essere bravi, perché nel calcio non si può né sempre vincere né sempre perdere".

Alvaro Morata
Juventus / Maurizio Lagana/Getty Images

GRUPPO - "I giovani non sono più tanto giovani, altrimenti io vado in pensione ma gli altri devono smettere... devono darsi una sveglia. Un inizio così nessuno se lo aspettava. Non posso pensare che Szczesny, portiere di livello europeo e di grande affidabilità, commette tre errori in tre partite: se me l'avessero detto non ci avrei mai creduto. Portiere di valore assoluto, domani gioca lui".

ASSENTI - "Abbiamo tanti giocatori importanti davanti. Chiesa non era al 100%, quindi abbiamo preferito non rischiare di perderlo per un lungo periodo. Bernardeschi ha preso un colpo sabato, niente di grave, ma non volevamo rischiare neanche con lui".

MALMOE - "Squadra fisica, è abituata a giocare la Champions, ha attaccanti molto bravi e due esterni di grande corsa, bisogna fare un'ottima partita con grande personalità e grande tecnica".

RESPONSABILITA' - "Non mi sento deluso. Normale che siamo tutti responsabili quando prepariamo le partite, io le preparo e i ragazzi le giocano. Serve più senso di responsabilità, non vuol dire che non l'abbiamo ma bisogna crescere nelle malizie. Faccio un esempio: se a Szczesny scappa la palla, Rabiot non deve stare fermo. Se Bernardeschi invece di scoprire la palla va a far fallo, non nasce nemmeno il tiro di Insigne. Ancora, non abbiamo preso nemmeno una punizione dal limite. Tutte cose su cui bisogna migliorare. Dopo due finali in tre anni è normale che la Juventus venisse considerata favorita, io dissi sempre al presidente che l'obiettivo deve essere quello di entrare stabilmente tra le prime otto, poi la Champions è strana. Normale che la Juve non sia tra le favorite, ma non vuol dire che non abbiamo il desiderio di vincerla".

FORMAZIONE - "Gioca de Ligt, lui e altri dieci. Così chiudiamo la conferenza in bellezza".


Segui 90min su Instagram e Twitch!

facebooktwitterreddit