Storie di calcio

Come giocavano Betis e Valencia nell'anno della loro ultima Copa del Rey

Francesco Castorani
Esulta Juaquin
Esulta Juaquin / Denis Doyle/GettyImages
facebooktwitterreddit

Real Betis e Valencia sono le squadre finaliste della Copa del Rey 2021-22, un'edizione strana che ha visto uscire tutte le big di Spagna tra ottavi e quarti di finale. Il cammino delle due squadre non è stato molto complicato con la squadra di Pellegrini che ha dovuto eliminare Alicante, Talavera, Valladolid, Siviglia, Real Sociedad e Rayo Vallecano per accedere alla finale e quella di Bordalas Utrillas, Arenteiro, Cartagena, Baleares, Cadice e Athletic Club de Bilbao.

Il Palmarés tra i due club è abbastanza diverso con il Valencia che conta 15 trofei nazionali (6 Primera Division, 8 Copa del Rey e una Supercoppa spagnola) e il Betis che invece ha trionfato soltanto tre volte (due in Copa del Rey e una in Primera). La situazione odierna però tra la squadra valenciana e quella andalusa è invertita. Il Betis sta concludendo una grande stagione, è al quinto posto e può realisticamente sognare la qualificazione in Champions League; il Valencia è virtualmente fuori da ogni competizione europea e ripone tutte le speranze nella finale di Copa del Rey per un posto nella prossima EL.

Si giocherà domani allo stadio La Cartuja di Siviglia che darà qualche vantaggio di ambiente al Betis, ma soltanto fuori a causa della divisione di biglietti all'interno. Sponda biancoverde sarà aperto il Benito Villamarin, stadio degli andalusi che ospiterà migliaia di beticos per permettergli di vedere la gara sul maxischermo.

Real Betis 2004/05

17 anni anni dopo l'ultima volta il Real Betis cerca di trionfare in trionfare in patria. Ecco tutti i gol che hanno portato Fekir e compagni in finale.

Nella stagione 2004-05 il Betis di Ferrer raggiunge risultati incredibili conquistando l'accesso in Champions League al termine di una staffetta con tante squadre per il quarto posto e trionfa in Copa del Rey quasi trent'anni dopo l'ultima volta (1977). Il cammino nella seconda competizione nazionale è tanto stentato quanto storico.

Alla squadra andalusa servono i calci di rigore per eliminare l'Alcalà nei trentaduesimi di finale, poi passa all'inglese sul Cadice e sul Mirandes, ma vince di misura (6-5) nei quarti di finale contro il Gramenet, squadra di Segunda B. In semifinale elimina il Bilbao ai calci di rigore dopo due pareggi a reti bianche, mentre nella finalisima vince ai tempi supplementari grazie alla rete di Dani che al 115' fa esplodere di gioia i tifosi presenti al Vicente Calderon con un diagonale mancino.

Kinds Cup Final - Real Betis v Osasuna
Kinds Cup Final - Real Betis v Osasuna / Denis Doyle/GettyImages

Tra i presenti illustri in quella stagione il blocco brasiliano formato da Denilson, Ricardo Oliveira, Marcos Assuncao e Edu, oltre a un giovanissimo Joaquin, che oggi conosciamo bene e sarà presente anche domani in campo. Di seguito la formazione della finale 2004/05 contro l'Osasuna.
Betis XI: Doblas; Melli, Juanito, Rivas, Fernandez; Arzu, Assuncao, Fernando; Joaquin, Edù, Ricardo Oliveira;

Valencia 2018/19

Solo tre anni dal miracoloso Valencia di Marcelino capace di trionfare contro il Barcellona di Messi in finale in un'edizione in cui tutte le squadre della Liga partivano già dai sedicesimi. Il percorso è facile per il Valencia che trova sulla sua strada Ebro, Gijon, Getafe prima di salutare in semifinale proprio anche il Betis e conquistare il pass per l'ottava Copa del Rey della sua storia.

Barcelona v Valencia - Spanish Copa del Rey Final
Barcelona v Valencia - Spanish Copa del Rey Final / Quality Sport Images/GettyImages

Quel Valencia è stato l'ultimo competitivo fino a oggi. In grado di centrare l'obiettivo Champions League (quarto posto) di giungere fino alla semifinale di Europa League contro l'Arsenal e di trionfare in Copa contro il Barça. In tre anni sono cambiate molte cose, i pezzi pregiati sono quasi tutti partiti e i pipistrelli hanno subito un notevole ridimensionamento che li ha portati a stazionare nella zona di metà classifica per tre stagioni consecutive.

Una vittoria di Copa del Rey però ha segnato una svolta nella storia recente del club e ora tifosi sperano di festeggiarne unìaltra, alla quale però non deve far seguito un periodo negativo.
Di seguito la formazione del Valencia di Marcelino che si è imposto per 2-1 sul Barcellona nel maggio del 2019.
Valencia XI: Domenech; Wass, Garay, Paulista, Soler, Parejo, Coquelin, Guedes; Gameiro, Rodrigo


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit