Come funzionano le Squadre B in Germania

Marco Deiana
Stadio del Werder Brema
Stadio del Werder Brema / Martin Rose/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nessun limite d'età e la possibilità di partecipare al massimo alla 3.Bundesliga (ossia la nostra Serie C). Queste sono due delle caratteristiche delle Squadre B in Germania, un tempo obbligatorie ai fini dell'iscrizione in Bundesliga. Dal 2014 questo obbligo è decaduto e diverse società hanno deciso di abbandonare questo progetto, preferendo far fare un salto dall'Under 19 al professionismo ai giocatori più importanti.

Campionato, età e mercato delle Squadre B in Germania

Dal 2014 le squadre di Bundesliga non sono obbligate ad avere una Squadra B, inoltre dal 2008 è vietata la loro partecipazione alla coppa nazionale. Non bastasse, le seconde squadre non possono andare oltre la terza divisione tedesca.

Il transito dei giocatori tra le Squadre A e B (e viceversa) non hanno alcun limite imposto, con la possibilità di fare di passare da una squadra all'altra anche fuori dalle sessioni di mercato e nelle seconde squadre può giocare chiunque, senza limite d'età.

Pro e contro sulle Squadre B in Germania

I livello non altissimo nei campionati dalla terza divisione in giù, ha portato diversi club a chiudere le proprie Squadre B. Soprattutto in tempi in cui il denaro è poco e va gestito al massimo, diventa pesante la gestione di una seconda squadra, anche se per la maggior parte si tratta di contratti giovanili o semi-professionistici (essendo la maggior parte dei club in quarta divisione).

Sicuramente per chi ha la possibilità di mantenere la Squadra B in 3.Bundesliga, per certi versi può anche valer la pena investire nella seconda squadra. Il livello però si abbassa notevolmente dalla quarta divisione in poi, rendendo quasi inutile il salto dalla squadra Under 19 alla Squadra B.

facebooktwitterreddit