Come funzionano e come sono "classificati" i contratti Nike con le società di calcio

La maglia del Barcellona (targata Nike)
La maglia del Barcellona (targata Nike) | Visionhaus/Getty Images

Quante squadre hanno cucito sul petto il logo della Nike? Tante, tantissime. Eppure, secondo un'interessante ricerca effettuata dal sito noto per l'anticipazione delle maglie, footyheadlines.com, non hanno tutte lo stesso tipo di contratto. Attenzione, non ci riferiamo solo al compenso. Ci riferiamo alle forniture e al tipo di rapporto che ha la Nike con i club. Esistono, infatti, 5 tipi di contratti: No Contract; Third Party; Standard; Premium; Elite.

Partiamo dal gradino più basso della piramide: i No Contract. I club che sono a questo livello, come si può dedurre dal nome, non hanno un vero e proprio contratto con la Nike, ma pagano l'azienda statunitense per avere la fornitura di materiale tecnico. Di questa fascia, fanno parte centinaia di club ubicati in tutto il mondo.

Portsmouth
Portsmouth | Naomi Baker/Getty Images

Un rapporto diretto con la Nike, tuttavia, non ce l'hanno nemmeno le società facenti parte dei Third Party (anche qui il nome è intuitivo). Quest'ultime, infatti, non hanno un contratto con l'azienda sportiva, ma con una terza parte che gestisce i contratti della Nike in campo nazionale. In Inghilterra, per esempio, li gestisce la Just Sport che rifornisce Portsmouth e Birmingham City, mentre in Germania la 11teamsports che dà materiale Nike ad AugsburgHansa RostockBochum e Monaco 1860. Altre squadre che hanno questo tipo di accordo sono Livingston in Scozia e FC Eindhoven in Olanda.

Le prime squadre ad avere un rapporto vero e proprio con la casa madre, la Nike, sono quelle aventi un contratto Standard. Queste vengono rifornite con modelli, appunto, standard di divise da gioco, la cui unica personalizzazione è quella relativa ai colori. Nessun design originale o ricercato. Per capire di cosa stiamo parlando, guardate la maglia del Siviglia. Da quando ha questo accordo con Nike, infatti, la divisa degli andalusi cambia di pochissimo da stagione a stagione. Siviglia a parte, inoltre, hanno questo contratto squadre di terza fascia: Young BoysBrightonMaccabi HaifaVitesse; Utrecht.

Venezia
Venezia | Gabriele Maltinti/Getty Images

Saliamo ancora e arriviamo al secondo gradino della piramide: i contratti Premium. I club che hanno questo accordo sono dotate, da Nike, di divise di casa e trasferta personalizzate (nessuna terza maglia il più delle volte), di maglie pre-partita e articoli per lifestyle e/o allenamento. Di questa fascia fanno parte club di un certo livello come il Corinthians, lo Zenit, l'Eintracht Francoforte, l'Hertha Berlino, lo Spartak Mosca, lo Sparta Praga, lo Steaua Bucarest, ma anche il Venezia in Italia, il Sanfrecce Hiroshima in Giappone e il Club America in Messico.

Infine, al primissimo gradino, le squadre col contratto Elite. Parliamo dei contratti di Inter, Roma, Barcellona, Liverpool, PSG, Chelsea, Lipsia, Atletico Madrid e anche Galatasaray. Questi grandi club sono legati alla Nike da contratti ultramilionari (dai 6,1 della Roma ai 105 del Barça) che prevedono design personalizzati per la prima, la seconda e anche la terza maglia e campagne pubblicitarie con l'unico scopo di dare maggiore visibilità ai club.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.