PSG

Come è arrivato Christophe Galtier sulla panchina del PSG

Francesco Castorani
Christophe Galtier, prossimo tecnico del PSG
Christophe Galtier, prossimo tecnico del PSG / Catherine Steenkeste/GettyImages
facebooktwitterreddit

Cristophe Galtier sarà il prossimo allenatore del Paris Saint-Germain. Ha scalzato Pochettino e sostituito l'ipotesi Zidane per sedersi sulla panchina più importante di Francia e, forse, d'Europa. Ma come è arrivato l'allenatore francese a raggiungere questo obiettivo?

Una carriera da calciatore quasi interamente giocata in Francia, con la chiusura in Italia (al neopromosso Monza) e in Cina con il Liaoning, a cavallo tra gli anni '90 e 2000. Poi, quasi istantaneo, l'inizio della gavetta in panchina: una decina d'anni da vice allenatore, quasi sempre al seguito di Alain Perrin. Gli succede nella stagione 2008-09, in corso, salva il Saint-Etienne e vi si lega fino al 2017.

Christophe Galtier
Christophe Galtier e la Coppa di Lega vinta con il Saint-Etienne / Christian Liewig - Corbis/GettyImages

Con les Verts costruisce anni bellissimi, riporta la squadra francese nelle zone europee e vince anche una Coppa di Lega, la prima della storia, trionfando in una competizione circa 30 anni dopo l'ultima volta. La separazione avviene nel 2017, dopo 360 panchine con il Saint-Etienne. L'occasione è il Lille: il primo anno è deludente e i mastini riescono soltanto a salvarsi; poi l'exploit e il ritorno tra le prime di Francia. Un secondo posto, un quarto e infine l'incredibile vittoria della Ligue 1 proprio ai danni del PSG, un campionato storico nel decennale dell'ultimo trionfo.

Christophe Galtier
Christophe Galtier festeggia la vittoria della Ligue 1 con il Lille / LOIC VENANCE/GettyImages

Il Lille e Galtier si separano la stessa estate e il tecnico francese sceglie il Nizza. Alla sua unica esperienza con la squadra rossonera guadagna un quinto posto e perde in Finale la Coppa di Francia contro il Nantes, sfiorando un trofeo che a Nizza manca da 25 anni. Il rapporto però dura solo un anno, perché ha chiamato la squadra più forte di Francia.

Oggi al Parco dei Principi è prevista una conferenza stampa alle 14 per presentare un allenatore francese sulla panchina del PSG, evento che non accadeva da 9 anni. Nelle ultime 11 stagioni infatti i parigini sono stati guidati soltanto in un ciclo di tre anni da un tecnico nato in Francia, Laurent Blanc. Le altre 8 sono state spartite tra Carlo Ancelotti, Unai Emery, Thomas Tuchel e Mauricio Pochettino.

Mauricio Pochettino
RC Strasbourg v Paris Saint-Germain - Ligue 1 / John Berry/GettyImages

Torna dunque un francese, anzi il miglior francese in circolazione in Ligue 1. Cristophe Galtier a 56 anni è la scelta logica di una squadra che, secondo le dichiarazioni del presidente Al-Khelaifi, non vuole più comprare ogni anno i migliori giocatori di tutto il mondo, ma costruire un legame solido e importante creando sentimento e affiatamento con calciatori che tengono alla maglia.

Il tecnico ex Saint-Etienne, Lille e Nizza si è seduto su una panchina in gare ufficiali ben 556 volte, senza tenere conto dei dieci anni da vice-allenatore, e, sulla carta, ha l'esperienza giusta per un top club. Poi la pressione della Champions League, di dover gestire un numero spropositato di campioni e di non poter fallire in Ligue 1, complicano certamente la questione adattamento.

Christophe Galtier, Mario Lemina
OGC Nice v Olympique Lyonnais - Ligue 1 / John Berry/GettyImages

Però dal rischio retrocessione fino alla Coppa di Francia con il Saint-Etienne, passando per il miracolo Lille e il trofeo sfiorato con il Nizza, il suo percorso ne ha subite di impennate inattese. In dodici anni di Ligue 1 ha vinto tre volte il premio come miglior allenatore del campionato, ora dovrà farlo da protagonista, e non più da outsider, con tutti gli occhi addosso.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit