Primo Piano

Come arrivano Inter e Juventus alla Supercoppa Italiana

Stefano Bertocchi
Edin Dzeko e Weston McKennie
Edin Dzeko e Weston McKennie / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il primo trofeo della stagione verrà assegnato mercoledì sera a San Siro: alle ore 21 si alzerà il sipario sul Derby d'Italia tra Inter e Juventus, valido per la Supercoppa Italiana. Come arrivano all'appuntamento le due squadre?

Manuel Locatelli, Hakan Calhanoglu
Manuel Locatelli e Hakan Calhanoglu / Ciancaphoto Studio/GettyImages

COME CI ARRIVA L'INTER - La squadra di Inzaghi ha iniziato il 2022 riposando a Bologna (causa casi di Covid-19 tra i rossoblu) e centrando contro la Lazio l'ottava vittoria di fila in campionato che vale il primo posto in classifica nonostante una partita in meno. Per la serata di mercoledì Inzaghi ritrova Calhanoglu, che ha scontato la squalifica contro i biancocelesti. L'Inter non ha squalificati: davanti ad Handanovic ci saranno i soliti tre Skriniar, De Vrij e Bastoni con il centrocampo composto da Barella, Brozovic e dal rientrante Calhanoglu. La fascia sinistra sarà di Perisic, quella destra se la giocano Dumfries e Darmian. In attacco i favoriti sono Dzeko (negativizzato qualche giorno fa) e Lautaro, con Sanchez e Correa prime alternative.

COME CI ARRIVA LA JUVENTUS - Qualche assenza in più per la Juventus, che dopo il pareggio contro il Napoli e la pazza vittoria di Roma ritrova convinzioni dal punto di vista mentale ma perde dei pezzi importanti. Cuadrado (diffidato e ammonito) e De Ligt (espulso) salteranno la sfida di San Siro per squalifica, mentre Chiesa alza bandiera bianca per l'infortunio al ginocchio. Allegri ha ritrovato Chiellini: il capitano bianconero dovrebbe agire con Rugani davanti a Szczesny perché per Bonucci sarà molto complicato - anche se non impossibile - andare in campo per i problemi fisici. Stesso discorso per Danilo con Alex Sandro e Pellegrini favoriti per fare i terzini, mentre a centrocampo c'è più abbondanza. In avanti, appare invece scontato l’utilizzo di Morata e Dybala, con Kulusevski e Bernardeschi a giocarsi un'altra maglia.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit