Serie A

La classifica senza errori arbitrali dopo la 6ª giornata di Serie A

Antonio Parrotto
Guida in Lazio-Roma
Guida in Lazio-Roma / MB Media/Getty Images
facebooktwitterreddit

Torna la Serie A e tornano anche la moviola, gli episodi controversi e le polemiche. Nella sesta giornata di campionato 2021/2022 sono stati diversi gli episodi che hanno fatto storcere il naso a diverse squadre. Nell'analisi che vi proponiamo vengono considerati solo gli errori gravi ai fini del punteggio finale come rigori non concessi ma solari o quelli dati ma per cui non si ravvisa un reale intervento falloso. Le sviste arbitrali più importanti dunque. Ecco le moviole da Superscommesse.it.

  • Spezia Milan (1-2): match diretto senza grossi patemi d'animo dall'arbitro Manganiello. Le tre reti siglate nell'incontro sono assolutamente regolari.
  • Inter Atalanta (2-2): tantissime emozioni nella sfida di San Siro. Al minuto 84 il direttore di gara Maresca non vede un netto tocco di mano di Demiral in area di rigore degli orobici. Decisivo il Var Aureliano che richiama l'arbitro. Rigore assegnato all'Inter. Al minuto 90 Atalanta a segno con Piccoli. Il Var cancella la rete del giovane attaccante degli ospiti e assegna il corner agli uomini di Gasperini. Qualche secondo prima la sfera era uscita dal campo. 
  • Genoa Verona (3-3): decisamente positiva la prestazione del direttore di gara Doveri. Al minuto 47 Maksimovic pesta il piede di Simeone, rigore netto per il Verona. Al minuto 75 penalty assegnato al Verona per fallo di mano in area di rigore degli ospiti di Dawidowicz.
  • Juventus Sampdoria (3-2): positiva la prestazione dell'arbitro Ayroldi che gestisce il match senza alcun tipo di problema. Al minuto 40, sull'1-0, rigore sacrosanto assegnato alla Juventus per fallo di mano di Murru su tiro di Chiesa.
  • Empoli Bologna (4-2): bene Giacomelli che controlla una sfida decisamente insidiosa. Al minuto 19 rigore netto per il Bologna fischiato all'istante dal direttore di gara. Al minuto 52, sul 2-1 per l'Empoli, rigore fischiato ai toscani dopo un contatto tra il difensore del Bologna Theate e Henderson. In questo caso decisivo l'intervento del Var. 
Davide Ghersini
Arbitro Ghersini / Jonathan Moscrop/Getty Images
  • Sassuolo Salernitana (1-0): direzione confusa dell'arbitro Giua aiutato in maniera decisiva dal Var. Al minuto 45 del primo tempo rigore assegnato ai padroni di casa dopo un contatto tra Frattesi e Gagliolo. Il direttore di gara viene richiamato al monitor e torna sui suoi passi. Niente rigore per i neroverdi, decisione corretta. 
  • Udinese Fiorentina (0-1): da rivedere la prestazione di Ghersini. Decisivo l'intervento del Var che manda al monitor il direttore di gara dopo un fallo di Walace su Bonaventura. Rigore per la Fiorentina. Giusto non assegnare un penalty all'Udinese dopo un contatto tra Martinez Quarta e Deulofeu.
  • Lazio Roma (3-2): tanta confusione e tantissimi episodi da analizzare per il direttore di gara Guida. Al minuto 19, sull'1-0 per la Lazio, Hysaj frana su Zaniolo ma l'arbitro lascia proseguire, contropiede della Lazio e raddoppio di Pedro. Decisione al limite ma il Var in questo caso non può intervenire. Guida considera il contatto tra il terzino biancoceleste e Zaniolo non falloso. Al minuto 53 errore da matita rossa di Guida. Leiva già ammonito sbraccia su Mkhitaryan. Fallo fischiato, manca il secondo giallo. Giusto il rigore per la Roma al minuto 68 per fallo di Akpa Akpro su Zaniolo. 
  • Napoli Cagliari (2-0): assolutamente regolare il vantaggio del Napoli siglato da Osimhen su assist di Zielinski scattato in posizione regolare. Rigore netto per il Napoli al 10 del secondo tempo per fallo di Godin su Osimhen. Promosso Piccinini.
  • Venezia Torino (1-1): un solo episodio ma decisivo. Al minuto 77 rigore, sull'1-0 per il Torino, assegnato al Venezia per netto fallo di Djidji su Okereke in area di rigore granata. Nell'occasione il direttore di gara Maggione estrae il secondo giallo e quindi il rosso per il centrale di Juric.

Classifica Serie A (saldo punti dopo la 6ª giornata)

  1. Napoli 18 punti virtuali (18 punti reali)
  2. Milan 16 (16)
  3. Inter 14 (14)
  4. Roma 12 (12)
  5. Fiorentina 12 (12)
  6. Lazio 11 (11)
  7. Atalanta 11 (11)
  8. Empoli 9 (9)
  9. Juventus 8 (8)
  10. Bologna 8 (8)
  11. Torino 8 (8)
  12. Sassuolo 7 (7)
  13. Udinese 7 (7)
  14. Spezia 6 (4)
  15. Hellas Verona 5 (5)
  16. Sampdoria 5 (5)
  17. Genoa 5 (5)
  18. Venezia 4 (4)
  19. Cagliari 1 (2)
  20. Salernitana 1 (1)

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit