Juventus

Chiellini: "Inter favorita in Supercoppa. Ma vinceremo per Chiesa"

Alessio Eremita
Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Giorgio Chiellini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della Supercoppa Italiana contro l'Inter, in programma domani sera allo stadio San Siro. Ecco le dichiarazioni del difensore e capitano della Juventus.

RENDIMENTO - "Bisogna avere equilibrio nel nostro percorso. La vittoria di domenica ti dà una botta di adrenalina importante, siamo consapevoli che bisogna crescere e lavorare. La finale è una partita a sé, in uno stadio bellissimo dove ci giochiamo un titolo con umiltà e fiducia. Siamo anche consapevoli, i dettagli possono fare girare la partita".

INTER - "In queste partite non sottovaluti niente, l'Inter è una grande squadra ed è in fiducia. Non è detto però che siano imbattibili in partita secca. Stiamo bene, siamo quasi tutti a disposizione. Se me l'aspettavo così forte? Chiedete a Bastoni, già ad ottobre gli ho detto che potevano perdere solo loro lo scudetto, si vedeva che erano i più completi".

CHIESA - "Dispiace per Federico, io l'ho vissuto due anni fa, lui è giovane e potrà maturare anche dopo questa esperienza. Brutta botta per noi e per il calcio italiano. Speriamo di dedicargli la vittoria. Avrà bisogno del supporto di tutti nei prossimi mesi, secondo me è più dura quando stai per rientrare perché non è semplice adattarsi al cambiamento del corpo".

Federico Chiesa
Federico Chiesa / Giuseppe Bellini/GettyImages

REGOLAMENTO - "Chiedo che venga cambiato il regolamento, non ha logica che la squalifica in campionato finisca per influire sul trofeo. Cambiamo sta regola, magari dal prossimo anno. E' giusto che in una partita secca debbano mancare alcuni dei giocatori migliori".

CONDIZIONE - "Io sto bene. Ho avuto delle feste di Natale travagliate come metà degli italiani più o meno. Ho avuto modo di allenarmi negli ultimi giorni, si dà priorità alle giuste cose in questi casi. Non partiamo favoriti, io però ho perso tante finali in cui eravamo noi favoriti: c'è carica in più sotto questo punto di vista. Vincere o perdere non cambierà la nostra stagione, andiamo avanti per la nostra strada con grande costanza e grande equilibrio. Dopo il pari col Napoli ci siamo abbattuti troppo, a volte raccogli un po' di più e a volte un po' di meno".

ATTIMI DI BLACKOUT - "Si curano con comunicazione, aiutandoci l'uno con l'altro per restare svegli e attenti dentro la partita. Ci sta che capiti un momento in cui si è un po' più affaticato, la comunicazione collettiva aiuta a sopperire a questo problema".

JUVENTUS - "Perdere Cristiano è una perdita importante, lui a volte nascondeva dei problemi. Ora siamo la squadra dell'anno scorso con Locatelli e Kean in più e Cristiano in meno, le difficoltà ce le aspettavamo. Bisogna lavorare di testa nel fare lo switch da favoriti a quello di chi non deve però sentirsi inferiore agli altri".


Segui 90min su Instagram e Twitch!

facebooktwitterreddit