Milan

Chi è Malick Thiaw: profilo e caratteristiche del nuovo difensore del Milan

Simone Catanzaro
Malick Thiaw
Malick Thiaw / Frederic Scheidemann/GettyImages
facebooktwitterreddit

Da un lato la necessità del Milan di riempire un buco in difesa lasciato dalla partenza di Romagnoli e dal recupero di Kjaer che procede a rilento, dall'altro il solito diktat in sede di mercato: giovani dal sicuro avvenire. Mettendo insieme queste prerogative alla fine, tra i tanti nomi, a spuntarla è stato Malick Thiaw, giovane centrale dello Schalke 04.

Malick Thiaw
Malick Thiaw / Christof Koepsel/GettyImages

La carriera di Malick Thiaw

Classe 2001, nato a Dusseldorf da padre senegalese e madre finlandese, ha sempre vissuto, anche a livello calcistico, in Germania. Dopo aver mosso i primi passi nei settori giovanili di Fortuna Dusseldorf e Bayer LeverkusenThiaw si forma calcisticamente nel settore giovanile del Borussia Mönchengladbach dove gioca dal 2011 al 2015.

Nel 2015, appena sedicenne, il centrale tedesco passa allo Schalke 04. Nella formazione di Gelsenkirchen esordisce in prima squadra il 7 marzo del 2020 durante un incontro pareggiato 1-1 contro l’Hoffenheim. La prima stagione di Thiaw con la maglia dello Schalke si conclude con 4 presenze all'attivo e con la retrocessione del club alla fine del campionato, mentre l'anno successivo in 2. Bundesliga il calciatore collezionerà 19 presenze.

Con il passare del tempo il centrale classe 2001 ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista nella formazione tedesca. Protagonista dell'immediata promozione in Bundesliga nella stagione appena conclusa, Thiaw ha concluso il campionato con 31 presenze e 2 gol nel 2021-2022. Inoltre ha giocato anche in tutte e tre le partite nel massimo campionato tedesco in questa stagione. Con la formazione di Gelsenkirchen, 61 presenze complessive, di cui 26 in Bundesliga e 31 in 2.Bundesliga.

Thiaw è anche un tassello centrale della nazionale Under-21 tedesca, con la quale vanta 8 presenze e 2 gol oltre al titolo di campione d’Europa 2021.

Caratteristiche tecniche e collocazione tattica

Un gigante forte fisicamente, grazie ai suoi 194 centimetri d'altezza, e bravo nell'impostazione da dietro, è stato paragonato a Joel Matip, colonna dello Schalke in passato e oggi al Liverpool.

Deciso nell’anticipo, pur essendo imponente dal punto di vista fisico non è lento, soprattutto nell’allungo mentre, può soffrire un po’ negli spazi stretti a causa delle sue lunghe leve.

Nonostante la giovane età gioca con una spiccata personalità, infatti è stato anche capitano nelle squadre giovanili dello Schalke, è grintoso e determinato e non disdegna le uscite palla al piede dalla propria area di rigore.

Tatticamente può svolgere il ruolo di centrale difensivo sinistro e destro, oltre ad essere impiegato da mediano in casi di emergenza.

È pronto per la Serie A?

Seguito già a gennaio, per caratteristiche il centrale tedesco può rappresentare una valida alternativa ai titolarissimi Tomori e Kalulu, con Gabbia e Kjaer (al netto delle sue condizioni) a completamento di un reparto che in una stagione lunga e impegnativa avrà bisogno di tutti.

Ovviamente, essendo ancora molto giovane ed avendo giocato per tutta la carriera in Germania - tra prima e seconda divisione tedesca - il suo inserimento dovrà essere graduale.

Ma un allenatore come bravo a lanciare i giovani come Pioli, saprà sicuramente come gestirlo nel migliore dei modi.

facebooktwitterreddit