Premier League

Chi è Anthony Elanga: il 2002 protagonista a sorpresa dello United

Andrea Gigante
Anthony Elanga
Anthony Elanga / BSR Agency/GettyImages
facebooktwitterreddit

Doveva essere una delle tante serate di Champions League in cui a decidere la partita sarebbe stato il solito Cristiano Ronaldo, ma a salvare il Manchester United dalla sconfitta ci ha pensato Anthony Elanga. Il classe 2002 ha infatti segnato il gol del pareggio contro l'Atletico Madrid che rimanda ogni discorso qualificazione alla gara di ritorno.

Elanga, entrato a 10' dalla fine, ha capitalizzato il primo pallone toccato approfittando di un errore individuale di Reinildo e battendo Oblak con un diagonale di sinistro. In una stagione così complicata per i Red Devils, il suo talento può essere una risorsa?

La carriera di Anthony Elanga

Anthony Elanga
Anthony Elanga / Chris Brunskill/Fantasista/GettyImages

Anthony Elanga è nato il 27 aprile del 2002 a Hyllie, un distretto della città di Malmö, dove all'epoca giocava suo padre Joseph, difensore camerunese che ha legato la propria carriera ai paesi scandinavi. Nonostante le origini africane, il giovane talento dello United ha scelto la nazionalità svedese.

Nel 2014 entra nelle giovanili dei Red Devils, dopo aver trascorso qualche anno in patria nelle giovanili di Elfsborg e Malmö. Nella stagione 2019-2020 gioca alcuni incontri di EFL Trophy con l'Under-21 e viene successivamente nominato miglior giocatore del settore giovanile del Manchester United.

Lo scorso anno viene aggregato alla prima squadra da Ole Gunnar Solskjaer che lo fa esordire in Premier League. È l'11 maggio 2021 ed Elanga parte titolare nella sfida di campionato contro il Leicester. Non è stata una prima volta coi fiocchi visto che non segna, viene sostituito al 66' e lo United perde 2-1. Il gol arriva però nel match con il Wolverhampton all'ultima giornata, quando trova la prima rete da professionista dopo appena 13'.

La stagione 2021/22 non gli ha ancora riservato un aumento di minutaggio, ma è comunque riuscito a segnare al Brentford nella gara che ha visto il Manchester vincere per 3-1 in trasferta. La prima delusione della sua carriera è arrivata il 4 febbraio, quando ha sbagliato il rigore decisivo contro il Middlesbrough che ha condannato all'eliminazione i Red Devils dalla FA Cup.

La delusione si è trasformata in rabbia quando è si è visto sommergere di insulti razzisti sui social media. Nel match di Premier contro il Leeds è stato addirittura colpito da un oggetto lanciatogli da un proprio tifoso. Elanga si è però rifatto, segnando il suo secondo gol in campionato. Ieri sera ha trovato anche la sua prima marcatura in Champions League.

Ruolo e caratteristiche tecniche

Elanga è un'ala pura, uno di quei giocatori che ama ricevere palla sull'esterno per poi puntare la difesa avversaria e convergere verso il centro.

È dotato di un gran dribbling che, unito alla sua ottima velocità palla al piede, lo rendono letale sia negli spazi aperti, ma anche nello stretto, dove riesce a destreggiarsi con fini giochi di prestigio.

Come ogni giocatore della sua età, deve migliorare nelle scelte e nel fraseggio con i compagni. Tuttavia, compensa con un livello di concretezza che di rado si vede in un 19enne.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit