Milan

Castillejo: "Vi spiego le lacrime dopo Milan-Verona. Dovevo andar via, il destino mi tiene legato ai rossoneri"

Antonio Parrotto
Samu Castillejo
Samu Castillejo / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Samu Castillejo è stato uno dei grandi protagonisti della vittoria in rimonta del Milan contro il Verona. Da un suo cross infatti è arrivato l'autogol che ha deciso la partita. Al termine della gara il giocatore è scoppiato in lacrime e a Sky Sport ne ha spiegato il motivo. Ecco le sue parole.

Le lacrime?

"Si è trattato di un cumulo di emozioni; a livello familiare non è stato un periodo facile, i miei cari sono lontani e mi mancano, ma sono stato molto contento di aiutare la squadra a conquistare questi tre punti importanti".

Samuel Castillejo
Samu Castillejo / Emilio Andreoli/GettyImages

Dovevi andar via ma alla fine sei rimasto.

"C’è anche il destino che mi tiene legato a questa maglia, quest’estate ero più fuori che dentro ma il destino voleva che rimanessi per cambiare la situazione, sono molto contento, non ho parole per quello che ho potuto fare con il Verona, veramente difficile, con la famiglia che è lontana io ci tengo tanto".

"Ho vissuto un momento difficile, io ho dato tutto quello che avevo ed è andata bene.Ma il destinoha fatto sì che rimanessi ad aiutare questo club, e nonostante non giocassi non ho mai detto parole fuori luogo, facendomi trovare sempre pronto".

L'affetto dei compagni?

"Mi considero una brava persona; inoltre sono arrivato quando il Milan non andava bene, e quando le cose vanno nel verso sbagliato, ci si unisce ancora di più. Qui mi sento querido (benvoluto,ndr)."


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit