Juventus

Bernardeschi-Juventus tra addio e rinnovo: qual è la scelta giusta?

Alessio Eremita
Federico Bernadeschi
Federico Bernadeschi / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

"Domattina deciderò, oggi capirò come stanno i sudamericani perché ognuno ha fatto un minutaggio diverso con anche il volo di mezzo. Deciderò nell’ultimo allenamento di domattina. Sono contento di Bernardeschi perché sta facendo bene, però non si deve accontentare. Deve trovare quella continuità di rendimento che dipende solo dall’aspetto mentale. Quello che è stato fatto rimane, quello che c’è davanti va fatto". Con queste parole Massimiliano Allegri ha spronato Federico Bernardeschi in vista dei prossimi impegni di Serie A e Champions League, cruciali per l'esterno offensivo al fine di guadagnarsi la permanenza alla Juventus. Il suo futuro, infatti, è in bilico: da una parte l'ipotesi legata al rinnovo del contratto (in scadenza al termine della stagione), dall'altra la cessione a gennaio che permetterebbe alla società bianconera di alleggerire il monte ingaggi e ricavare un consistente tesoretto da reinvestire.

Federico Bernardeschi
Federico Bernardeschi / Nicolò Campo/GettyImages

Come dovrebbe comportarsi la Juventus? Innanzitutto, occorrerà valutare attentamente il rendimento dell'ex Fiorentina, che comunque gode di enorme fiducia da parte del proprio allenatore. E successivamente prendere in considerazione eventuali offerte, malgrado il suo stipendio renda complicata una sua cessione a titolo definitivo. Soprattutto durante la sessione invernale di calciomercato. Qualora le prestazioni di Bernardeschi dovessero invece convincere non solo lo staff tecnico ma anche la struttura dirigenziale del club, a quel punto non sarebbe da escludere un prolungamento contrattuale per il calciatore. Il momento è arrivato: ora Berna non può più sbagliare.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit