Andrea Belotti

Belotti, salto in avanti o salto nel vuoto? Il bivio (rischioso) del Gallo

Lorenzo Zornetta
Belotti
Belotti / Claudio Villa/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'estate di Andrea Belotti è stata stranamente complicata, nessuno si sarebbe aspettato che l'attaccante della Nazionale si trovasse ormai a fine luglio ancora svincolato.

Dopo 113 gol in Serie A col Torino e dopo il titolo di campione d'Europa l'estate scorsa con la Nazionale di Roberto Mancini, Belotti si sarebbe certamente aspettato la chiamata di una big italiana, invece nonostante sia libero da inizio Luglio le chiamate importanti non sono ancora arrivate e il Gallo sta vivendo delle vacanze davvero inaspettatamente complicate.

Fino a pochi anni fa un calciatore del suo livello e della sua esperienza acquistabile a parametro zero avrebbe avuto la fila di top team pronti a farlo firmare offrendo sicuramente un ingaggio superiore a quello che prendeva al Torino, oggi invece oltre a rischiare di andar a prendere un ingaggio inferiore corre anche il rischio di ritrovarsi senza una squadra alla sua altezza.

Andrea Belotti
Andrea Belotti / Jonathan Moscrop/GettyImages

Non conveniva quindi rinnovare il proprio contratto col Toro e concludere la propria carriera da amato capitano dei granata?

Col senno di poi questa considerazione sembra scontata, ma nel mercato attuale i giocatori devono iniziare a fare i conti coi problemi economici delle società che finalmente iniziano a mettere davanti la propria sostenibilità finanziaria ai desideri e alle pretese dei giocatori, anche se campioni affermati.
In questo senso Belotti starà sicuramente ripensando alla sua scelta di lasciare Torino e magari starà iniziando ad avere qualche rimpianto per la sua decisione.

Ma a questo punto dove andrà il Gallo?

Il club che sembrava più vicino al suo acquisto era il Monaco, ma la squadra francese ha da poco formalizzato l'acquisto dello svizzero Embolo che ha completato il reparto offensivo.
Un'altra francese, il Nizza di Lucien Favre, nell'ultimo periodo si è interessata all'attaccante, ma la pista sembra già si sia molto raffreddata a causa delle richieste economiche ancora troppo alte del giocatore.

E in Italia? L'ex Torino è stato accostato, fin da inizio Luglio, allo scatenato Monza di Berlusconi e Galliani che sono ancora oggi alla ricerca di un attaccante per completare il reparto.
I brianzoli, sempre a seguito dell'alto costo di ingaggio di Belotti, avevano virato su Pinamonti dell'Inter che però ora sembra molto vicino alla Salernitana e a questo punto il club potrebbe tornare sull'attaccante della Nazionale.

Andrea Belotti  Cristian Romero
In azzurro / Eurasia Sport Images/GettyImages

Altra pista percorribile potrebbe essere quella che porta alla Roma di José Mourinho che è alla ricerca di un vice Abraham, in questo caso Belotti potrebbe essere una risorsa importante nelle rotazioni date le molte partite che la Roma dovrà affrontare questa stagione. Se il Milan con l'arrivo di Origi sembra essersi defilato definitivamente, non è da sottovalutare l'ipotesi Juventus che, in caso non dovesse raggiungere l'obiettivo Alvaro Morata, potrebbe pensare a l'ex capitano granata anche se al momento non sembra esserci nulla di concreto. Nelle ultime ore alcuni rumors danno Belotti nella lista dei possibili sostituti di Haller al Borussia Dortmund, pista davvero complicata ma dalla Germania danno il Gallo come un profilo interessante per i gialloneri.

Nonostante molte voci di mercato, la sensazione è che passeranno ancora diversi giorni prima che Belotti trovi una soluzione per il suo futuro; la speranza è che il Gallo possa trovare una destinazione all'altezza del suo valore senza rischiare di dover rimpiangere la propria decisione di lasciare Torino.

facebooktwitterreddit