Inter

Barella giura amore all'Inter: "Milano è il posto dove volevo essere"

Alessio Eremita
Nicolò Barella
Nicolò Barella / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nicolò Barella ha parlato ai canali ufficiali dell'Inter nel giorno del match contro il Bayern Monaco, che segna l'esordio nerazzurro in Champions League. Ecco le dichiarazioni del centrocampista.

RADICI - "Le mie radici sono a Cagliari, la città dove sono nato e cresciuto. A Como ho vissuto la mia prima esperienza lontano dai miei affetti e mi è servito molto a livello professionale che personale per crescere e maturare mentre Milano è il presente, il posto in cui volevo essere e mi trovo".

Nicolo Barella
Nicolò Barella / Stefano Guidi/GettyImages

IDOLI - "Ho sempre detto che Stankovic era il mio prototipo del giocatore che mi piaceva, nel mio percorso ha influito Daniele Conti, con la sua umiltà, il suo esempio e il suo amore per il Cagliari".

GOL PIU' IMPORTANTE - "Il primo è stato contro lo Slavia Praga ma del secondo, quello col Verona, ho un bel ricordo perché eravamo 1-1 a 7' dalla fine e quella rete ci ha regalato la vittoria in rimonta. Ho preso palla da De Vrij, ho puntato verso il centro e sono rientrato tirando sotto l'incrocio. Ricordo il boato dello stadio strapieno, l'esultanza, l'abbraccio dei compagni, ho ancora i brividi se ci penso".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit