Milan

Atalanta-Milan 2-3, le pagelle rossonere: Tonali giganteggia, Calabria-Leao super

Alessio Eremita
Sandro Tonali, Ante Rebic
Sandro Tonali, Ante Rebic / Marco Luzzani/Getty Images
facebooktwitterreddit

Il Milan supera l'Atalanta per 3-2, in occasione della settima giornata di Serie A, e prosegue l'inseguimento alla vetta della classifica. Ecco le pagelle della squadra rossonera allenata da Stefano Pioli.

Maignan 7,5 - Compie due grandi interventi su Zappacosta e Zapata e dà sicurezza alla squadra, incolpevole sui due gol subiti dal Milan nel finale di match.

Calabria 8 - Impiega solamente 28 secondi per siglare il primo gol in campionato. Sulla fascia è una certezza, convocazione meritata in Nazionale.

Kjaer 7,5 - Il solito difensore roccioso che non dà aria agli attaccanti avversari. Zapata non fa vita contro di lui.

Tomori 7,5 - Esattamente come il collega di reparto, è un muro per Zapata e compagni. Bene fino al novantesimo.

Theo Hernandez 7,5 - Suoi gli assist per le reti di Calabria e Rafael Leao per il 3-0 rossonero. L'esterno francese non delude (dal 79’ Ballo-Touré sv).

Tonali 8 - Giganteggia a centrocampo e si dimostra da Milan, a differenza di quanto fatto intravedere l'anno scorso. Salva la conclusione di Zapata e segna il gol del raddoppio rubando palla a Freuler (dal 79’ Bennacer 6,5 - Gestisce con sicurezza il possesso palla in un momento "morto" della partita).

Kessie 7 - Ottima prestazione del centrocampista ivoriano, che però non incide come Tonali.

Saelemaekers 7 - È il jolly rossonero che mette in difficoltà la retroguardia dell'Atalanta per tutto l'arco della partita. Una spina nel fianco degli uomini di Gasperini.

Brahim Diaz 7 - Tanta qualità e dedizione alla causa, il fantasista spagnolo si muove bene tra le linee (dal 73’ Messias 6 - Entra bene, ma si lascia ingannare dalla fisicità di Zapata in occasione del gol del 2-3 atalantino).

Leao 7,5 - L'evoluzione dell'attaccante portoghese prosegue con successo: partita di alto livello condita da un pregevole gol realizzato nel finale (dall’89 Pellegri sv).

Rebic 6 - Macchia una discreta prestazione con la fissazione per il dribbling e l'errore che permette all'Atalanta di ripartire e segnare il gol della possibile rimonta.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

facebooktwitterreddit