Ansu Fati, la Juventus e il presunto scambio con Dybala: cosa c'è di vero?

Matteo Govoni
Il talento 18enne del Barcellona, Ansu Fati, durante la sfida de La Liga contro il Deportivo
Il talento 18enne del Barcellona, Ansu Fati, durante la sfida de La Liga contro il Deportivo / Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images
facebooktwitterreddit

Non è un mistero che la dirigenza juventina abbia messo già da tempo gli occhi sulla stella del Barcellona, Ansu Fati. Tutte queste attenzioni sul gioiellino blaugrana sono dovute alla velocissima ascesa che sta compiendo il ragazzo (al netto del recente infortunio subìto al ginocchio) sia con la squadra di club che con le Furie Rosse. Effettivamente, da quell'Inter-Barcellona 1-2 della scorsa edizione della Champions League, che lo ha consacrato come uno dei talenti più promettenti sul panorama europeo, Ansu Fati, di strada, ne ha fatta parecchia.

Da quando gioca stabilmente nella prima squadra del Barcellona, infatti, l'esterno offensivo spagnolo classe 2002 (!) ha collezionato 31 presenze segnando ben 11 gol e si è guadagnato la convocazione con la Nazionale spagnola, diventandone il più giovane marcatore oltre che esordiente: insomma, stiamo parlando di un vero e proprio predestinato.

Con la maglia della Nazionale spagnola, durante la partita di Nations League contro la Svizzera
Con la maglia della Nazionale spagnola, durante la partita di Nations League contro la Svizzera / Soccrates Images/Getty Images

La Juventus e il Manchester United, su tutte, lo hanno capito e sembrano voler investire su di lui, ma i detentori del cartellino non sembrano molto d'accordo. Già durante lo scorso mercato estivo, il club blaugrana aveva respinto la richiesta di Paratici di inserire il calciatore nella trattativa che avrebbe portato Pjanic a Barcellona. In questi giorni, invece, si sta parlando di un possibile scambio Ansu Fati-Dybala: voci, secondo molti, prive di fondamento. Non è un obiettivo difficile solamente per la dirigenza bianconera: allargando il discorso anche alle altre squadre interessate, sembra che gli spagnoli non abbiano alcuna intenzione di privarsi di un tesoro così prezioso.

La testimonianza della volontà del club di trattenerlo risiede nelle cifre che il Barcellona avrebbe offerto al giocatore per rinnovargli di altri due anni il contratto in scadenza nel 2022: 10 milioni netti a stagione. Per intenderci, Messi alla sua età ne guadagnava 1.2. Inoltre, per quanto riguarda il cartellino del giocatore, in Catalogna non sarebbero disposti ad avviare una trattativa per cifre inferiori ai 150 milioni di euro.

FC Barcelona v Dynamo Kyiv: Group G - UEFA Champions League
FC Barcelona v Dynamo Kyiv: Group G - UEFA Champions League / Eric Alonso/Getty Images

Capiamo bene che, vista la crisi economica che sta colpendo il calcio (e non solo), nessuna società sarebbe in grado di intavolare un'offerta del genere in questo momento. E' molto più plausibile pensare a uno scambio di giocatori con l'aggiunta di un eventuale conguaglio da parte di una delle due società: ecco, dunque, che, se dovessero farsi più insistenti e concrete le voci di un possibile scambio con il numero 10 bianconero, nessuno negherebbe la possibilità di avviare un discorso in questo senso. Il calciomercato ci ha spesso dimostrato che anche i colpi più impensabili possono concretizzarsi.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!

facebooktwitterreddit