Juventus

Allegri: "Zenit? De Ligt in campo. Sorrido quando mi dicono la 'tua Juve'. Orsato? Vi dico cosa penso"

Antonio Parrotto
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Stefano Guidi/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita di Champions League contro lo Zenit in programma domani a San Pietroburgo. Una lunga trasferta per i bianconeri che devono vincere per restare a punteggio pieno e per ipotecare il passaggio del turno.

Zenit?

Lo Zenit è una buona squadra, ha giocatori tecnici. Gioca un discreto calcio, a Londra ha fatto una buona partita. Un risultato positivo ci permetterebbe di aumentare le percentuali di passaggio del turno”.

Formazione?

Per quanto riguarda la formazione, giocano anche Bonucci e Szczesny. Poi gli altri devo ancora vedere come stanno. Morata sta bene, ha recuperato in pieno e potrebbe partire dall'inizio. De Ligt ha recuperato e giocherà, così come Arthur anche se non so se dall’inizio".

Dybala?

Dybala sta lavorando bene, ma ancora non ha lavorato con la squadra. Dovrebbe essere quasi sicuramente a disposizione con l'Inter. La partita di domenica? Inutile parlarne ora, domani abbiamo un matchball che dobbiamo assolutamente sfruttare”.

Miglioramenti?

Mi viene da sorridere quando mi dicono "la tua Juve". Ho a disposizione giocatori bravi, all’inizio non li conoscevo bene ed è normale. In questo momento la squadra ha piacere anche a difendere e questa è una bella cosa. Bisogna migliorare sia la parte offensiva che quella difensiva. Poi i risultati aumentano l'autostima e lavori con più serenità. Nei momenti topici della stagione la palla scotterà e per questo dovremo farci trovare pronti al momento giusto”.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Jonathan Moscrop/GettyImages

De Sciglio?

Alex Sandro ci sarà. De Sciglio ha fatto un'ottima partita, ma per lui quelle gare dovrebbero essere la normalità. Prima della sosta di novembre abbiamo la possibilità di rimanere attaccati alle prime e di passare il turno di Champions, poi per il resto vedremo. Con calma”.

Sorpreso dalle polemiche arbitrali?

No, fa parte del modo di pensare in Italia. Gli arbitri italiani stanno avendo un cambio generazionale, sono aiutati dal Var e dobbiamo aiutarli anche tutti noi. Bisogna dar loro tempo”.

Il ruolo di Arthur?

Arthur può giocare davanti alla difesa o nei tre in regia. A giro lì davanti possono giocare Arthur, Locatelli e Bentancur".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit