Juventus

Allegri: "Felici per l'Europa League, tristi per l'eliminazione. Chiesa? Ci punterò"

La redazione di 90min
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / FRANCK FIFE/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nell'ultima giornata dei gironi di Champions, la Juventus cade in casa contro il Paris Saint-Germain, ma nonostante il 2-1 maturato all'Allianz Stadium porta comunque a casa la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Al termine della partita, Massimiliano Allegri ha così commentato ai microfoni di Infinity la prestazione che i suoi hanno offerto questa sera:

Sulla partita di stasera:
"Ho giocato con calciatori validi, anche se di poca esperienza internazionale. Abbiamo fatto una buona partita, peccato il risultato. Siamo in Europa League, da domani voltiamo pagina per il campionato, bisogna essere arrabbiati e riprendere subito lavoro e cammino. Da una parte c'è da essere soddisfatti per avere raggiunto l'Europa League, dall'altra arrabbiati perché non può passare questa eliminazione".

Sul ritorno di Chiesa:
"Ieri ha fatto un buon allenamento, avevo dubbi sull'aspetto psicologico, normale dopo dieci mesi. Lo aspettava una partita importante, ma l'ho visto sereno e tranquillo e mi è presa l'ispirazione per portarlo in panchina".

Da qui alla sosta punterà su di lui?
"Assolutamente, oggi ha fatto i suoi minuti dando buoni strappi. Ha tanta voglia, va gestito fino al Mondiale, ci prendiamo tempo per averlo nelle migliori condizioni a gennaio".

È un punto di svolta per la Juve?
"Abbiamo avuto problematiche con gli infortuni, alcuni muscolari ma altri no, e non ci potevamo fare niente. Domenica sera abbiamo una partita difficile, contro la squadra più forte in Italia (l'Inter, ndr). Sicuramente sarà importante e delicata".


Segui 90min su Instagram

facebooktwitterreddit