Juventus

Allegri: "Abbiamo giocato male e abbiamo vinto. Non mi piace dire che è la mia Juve, non lo è"

Antonio Parrotto
Max Allegri
Max Allegri / JONATHAN NACKSTRAND/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nove punti dopo 3 giornate per la Juventus nel suo girone di Champions League. Massimiliano Allegri, allenatore dei bianconeri, ha parlato ai microfoni di Amazon Prime, dicendo la sua sulla vittoria odierna in casa dello Zenit.

Cosa c'è in questo 1-0?

"C'è dentro il risultato che è ottimo. Dopo 3 partite 9 punti e non abbiamo subito ancora gol ci porta a giocarci il passaggio del turno tra 15 giorni. Durante la gara siamo stati lenti e abbiamo sbagliato tanto tecnicamente, ci servirà per alzare l'attenzione con l'Inter".

Step successivo?

"Bisogna migliorare la fase di possesso quando la palla arriva vicino all'area di rigore. Dobbiamo capire che non dobbiamo prendere una punizione dai 20 metri sull'1-0 nel finale. Prestazione giusta con risultato ottimo".

L'attacco sugli esterni?

"Dovevamo giocare di più nel due contro uno sugli esterni. In mezzo gli spazi erano stretti ma dobbiamo migliorare ancora tanto".

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Nicolò Campo/GettyImages

Miglioramenti sulla trequarti solo da Dybala?

"Devono migliorare tutti, è questione di gestione della palla e di scelte. Paulo ovviamente è abile tra le linee ma Chiesa, Bernardeschi, Kulusevski, devono giocare meglio tra le linee e migliorare".

La mia Juve?

"Non mi piace dire che è la mia Juve perché non è la mia Juve. Ho una rosa importante ma possiamo migliorare: abbiamo giocato male e abbiamo vinto, può essere d'aiuto per la partita di domenica".


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit