Juventus

Allegri: "Contento per oggi, arrabbiato per i punti lasciati per strada"

Antonio Parrotto
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Chris Ricco/GettyImages
facebooktwitterreddit

Vittoria sofferta per la Juventus, ancora per 1-0, contro la Fiorentina. Gol decisivo di Juan Cuadrado al 91'. Massimiliano Allegri, tecnico dei bianconeri, ha commentato la vittoria odierna, nel match dell'Allianz Stadium. Ecco le sue parole.

Quanto sono importanti questi 3 punti?
"Sono contento per le prestazioni di tutta la squadra ma soprattutto di Rugani che non ha praticamente ma giocato quest'anno e di Luca Pellegrini. Mentalmente abbiamo tenuto bene. Questo ci deve tenere contento per la vittoria di oggi e molto arrabbiati per i punti lasciati con il Sassuolo, a Verona, l'Empoli e l'Udinese, punti importanti per noi, perché con una mentalità diversa ne avremmo portati a casa altri".

Quanto è importante vincere così a livello mentale? Vi manca una punta con caratteristiche differenti?
"No, non ci manca una punta. Alvaro stasera ha fatto una buona partita, si è creato situazioni favorevoli. Nel primo tempo abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio o la scelta del passaggio, nel secondo abbiamo tirato di più. L'importanza della vittoria ci dà morale ma non ci deve far abbassare il livello di attenzione, anzi bisogna aumentarlo perché vincere non è semplice, ci vuole sempre fatica".

Quali difficoltà hai trovato?
"Io credo che la base per ritornare ad essere una squadra che punta al vertice è correre e mettersi a disposizione, oltre che giocar bene perché nell'intensità della partita la squadra ha qualità. Stasera i due centrali hanno fatto una grande partita contro Vlahovic, abbiamo vinto noi tutti i contrasti e questo lo dice noi sull'andamento della partita, col Sassuolo non ne abbiamo vinto nemmeno uno e l'ultima palla ci è costato la partita. Sono contento perché è un gruppo che dà in campo. Ha conquistato il passaggio del turno in Champions con 2 turni d'anticipo ma non dobbiamo dimenticare mai quello che abbiamo lasciato".

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Marco Canoniero/GettyImages

Perché sembrano esserci due Juve tra campionato e Champions?
"In Europa si giocano delle partite diverse, in campionato la Juve ha lasciato punti per strada giocando delle buone partite. Stasera abbiamo affrontato la Fiorentina che gioca a calcio e sono molto bravi, la squadra ha fatto una buona partita".

Morata?
"Ha fatto bene, è andato poco in fuorigioco. Poteva fare meglio solo sul cross di Danilo, doveva capire che doveva attaccare il secondo palo ma ha fatto una buona partita".

McKennie?
"In questo momento gioca perché sta meglio degli altri. Rodrigo Bentancur sta ritrovando la gamba che aveva prima. Secondo me McKennie e Bentancur fanno fatica a fare la mezz'ala sinistra, si trovano meglio a destra e ora sta giocando McKennie".

Cuadrado?
"In quel momento lì avevamo bisogno di aprire il gioco, mettere due esterni larghi con Cuadrado e Pellegrini e noi abbiamo sfruttato bene la superiorità numerica ma potevamo trovare il gol molto prima".

La Juve ha una rosa complicata da mettere in campo.
"In questo momento abbiamo 4 dietro e da dietro riusciamo a sviluppare meglio il gioco, poi i tre in mezzo e i tre davanti che si arrangiano e questo crea imprevedibilità. La rosa è ottima, Tutti parlano di bel gioco poi alla fine si casca in buca, l'imbuto si stringe e si torna lì: alla vittoria. Perché se avessimo vinto con Empoli e Sassuolo la Juve avrebbe 24-25 punti ma con i sé non si va da nessuna parte e bisogna fare mea culpa a livello mentale".


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit