Juventus

Allegri: "Con il Villarreal è una finale. Dybala e Chiellini in panchina"

Andrea Gigante
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / MARCO BERTORELLO/GettyImages
facebooktwitterreddit

Mancano ancora poche ore prima che la Juventus scenda in campo per affrontare il Villarreal. In palio c'è il passaggio ai quarti di finale di Champions League, un traguardo che se raggiunto darebbe grande lustro alla stagione dei bianconeri.

Poco fa Massimiliano Allegri ha presentato la sfida contro gli spagnoli ai microfoni di Amazon Prime Video, leggiamo le sue dichiarazioni (fonte: ilbianconero.com):

UC Sampdoria v Juventus FC - Serie A
Juventus / Getty Images/GettyImages

Partita che definisce il futuro?
"No, la Champions. Se andiamo avanti è un grande risultato. Se andiamo fuori abbiamo ottenuto il risultato minimo che era negli obiettivi della società. È una finale, senza i gol in trasferta bisogna giocarla da finale, partita secca in casa bisogna essere bravi a giocarla bene".

Su Dusan Vlahovic:
"Se ha cambiato anche la mia vita e il mio umore? Una squadra quando ha il centravanti come caratteristiche è normale che sia più serena nel giocare. E Vlahovic oltre che essere un ragazzo molto bravo, deve crescere ancora molto è giovane, ci ha dato anche questo. Poi l'arrivo di Zak, c'è stata una crescita generale, quindi sono contento".

La Juve ha perso mesi?
"No, penso che la Juve dovesse passare attraverso quei tre mesi per arrivare a giocarsi ora la stagione".

Su Alvaro Morata:
"Non è che gestisco lui, solamente quando è stato acquistato Vlahovic ho subito chiamato Alvaro dicendogli che non sarebbe partito e sarebbe rimasto alla Juve. E' bastato questo? Eh sì, non mi serviva molto altro, poche parole e chiave".

Il punto sugli infortunati:
"Chiellini? Fuori. Dybala? Fuori. Bernardeschi? Fuori. Alex Sandro? Out, perché ha un problema al polpaccio, non convocato". 


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit