Juventus

Allegri: "Arrabbiato perché loro stavano attaccando, così rischi di perdere"

Giovanni Benvenuto
Allegri
Allegri / Gabriele Maltinti/GettyImages
facebooktwitterreddit

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Dazn al termine della sfida finita in parità contro la Fiorentina. L'allenatore livornese si è soffermato sul risultato oltre che sulla condizione di alcune pedine. Ecco quanto affermato.

Sull'uscita non felice dal campo: "Alla fine ero un po' arrabbiato perché loro stavano spingendo. Dovevamo chiuderla nel primo tempo, la partita andava azzannata ma non siamo stati capaci di farlo. C'è il rammarico ma i ragazzi hanno fatto un'ottima partita, adesso pensiamo alla Champions poi pensiamo alla Salernitana".

Sulle difficoltà per andare a concludere: "Di Maria è uscito e ho dovuto mettere Cuadrado alto, Paredes finché ha retto, poi Fagioli e Miretti. Sono contento del risultato ma a Firenze in quel momento lì le partite le puoi perdere".

Massimiliano Allegri
Allegri / Gabriele Maltinti/GettyImages

Sul gol subito e sul fattore psicologico: "Dal 2-0 all'1-1 con un rigore contro. Andiamo da calcio d'angolo e lì prendiamo gol. E' cambiata la partita, anche a livello psicologico. Il calcio è bestiale".

Sul calo nel secondo tempo: "Oggi ho fatto giocare Di Maria che ha fatto due allenamenti, Paredes è arrivato ieri però cerchiamo di vedere le cose positive, queste partite puoi anche rischiare di perderle".

Sul non ingresso in campo di Vlahovic: "Più di 5 cambi non potevo fare. Alex Sandro aveva un problema sul flessore, Paredes l’ho tolto perché era cotto. Kean ci dava profondita, Milik bravo a farci salire. Dusan ha riposato ed è pronto per le prossime partite".

facebooktwitterreddit