Juventus

Allegri: "Abbiamo perso due punti. Vlahovic? Deve stare più sereno"

La redazione di 90min
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / MARCO BERTORELLO/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus non va oltre lo 0-0 contro la Sampdoria e manca l'aggancio in cima alla classifica a Napoli, Roma e Inter. Al termine dell'incontro Massimiliano Allegri ha commentato la prestazione dei suoi ai microfoni di DAZN. Ecco le dichiarazioni del tecnico dei bianconeri:

Cosa non ha funzionato?
"Innanzitutto dobbiamo partire dalle cose positive: non abbiamo preso gol per due partite. Il primo tempo la Sampdoria ha fatto una buona partita e ci ha chiuso tutti gli spazi. Nel secondo abbiamo fatto delle buone cose, abbiamo fatto gol e abbiamo avuto 2/3 situazioni favorevoli. Alla fine abbiamo avuto una buonissima occasione. Purtroppo abbiamo corso all'indietro, una cosa che non si fa mai nel calcio. Quelle cose lì vanno migliorate. Peccato perché abbiamo lasciato due punti".

Su Vlahovic:
"Nel primo tempo abbiamo avuto poca pazienza. Nel secondo anche lui ha giocato meglio. C'è stata un'azione dove va per colpire di prima un cross rasoterra: su queste cose è micidiale ma se la palla non è giusta... Deve stare più sereno e proteggere questa palla, senza giocare sempre di impatto".

Ti aspetti qualcosa dal mercato?
"Del mercato se ne occupa la società. Noi dobbiamo lavorare. Innanzitutto siamo partiti meglio dell'anno scorso ed è già un buon segnale. Bisogna vedere le cose positive perché quelle negative si possono migliorare. Abbiamo messo dentro dei giovani: Miretti anche oggi è entrato molto bene; Rovella idem, lo stesso Kean. È normale che bisogna migliorare".

In cosa è più forte questa Juve?
"Adesso abbiamo fuori Pogba e Chiesa, dei giocatori importanti. C'è un'ottima intensità e voglia di fare. Rispetto alle altre siamo un pelino indietro ma non è una vergogna perché quando non vinci per due anni e arrivi a tanti punti dal primo posto, è normale che per recuperarli ci vuole pazienza. Stiamo migliorando di condizione e ci prepareremo per la grande sfida di sabato con la Roma".

Perché è entrato Miretti e non Zakaria?
"Scelta tecnica. Mi serviva più qualità nello stretto e sicuramente Miretti ha qualità diverse rispetto a Zakaria...anche se è più giovane".


Guarda l'ultimo episodio de "Il Corner" sul canale YouTube di 90min Italia.

facebooktwitterreddit