Lautaro Martinez,Matthijs de Ligt

Curiosità, statistiche e dati OPTA sulla 26ª giornata di Serie A

La lotta scudetto arriva ad una tappa fondamentale in questa 26 giornata di Serie A che vedrà lo scontro tra le acerrime rivali Inter e Juventus domenica 1 marzo. La Lazio ospita il Bologna nel primo anticipo del sabato sperando in un passo falso delle due rivali nel Derby d'Italia


Queste le statistiche, le curiosità, i numeri e i dati OPTA su tutte e dieci gare del prossimo turno: 

10. Lazio-Bologna

      
  • La Lazio è imbattuta da 13 partite contro il Bologna in Serie A (6V, 7N): si tratta della serie aperta più lunga di match senza sconfitte per i biancocelesti contro una singola      avversaria attualmente nel massimo campionato.

  • Il Bologna ha espugnato soltanto una volta l’Olimpico nelle ultime 18 trasferte di Serie A (nel marzo 2012) contro la Lazio; tuttavia, i rossoblù hanno strappato un pareggio in      ciascuna delle ultime tre.

  • La Lazio è rimasta imbattuta in tutte le 13 partite interne di questo campionato; l’ultima volta che i biancocelesti non sono stati sconfitti per più sfide casalinghe in un singolo torneo di Serie A risale a maggio 2000, quando con Sven-Göran Eriksson in panchina vinsero lo Scudetto.

  • Il Bologna ha vinto quattro delle ultime cinque trasferte di Serie A (comprese le ultime due): tante quante nelle precedenti 38. In particolare, gli emiliani non infilano tre      successi esterni consecutivi in campionato dal gennaio 2016.

  • Il Bologna incassa reti da 20 partite di campionato e potrebbe eguagliare il record di 21 incontri consecutivi con gol subiti, raggiunto soltanto due volte nella sua storia in Serie A: marzo-novembre 2004 (serie aperta e chiusa proprio contro la Lazio) e settembre 1955-marzo 1956.

  • La Lazio ha conquistato 59 punti dopo 25 giornate di Serie A; solo quattro squadre erano riuscite finora a raccogliere lo stesso bottino a questo punto del campionato: Juventus,      Milan, Inter e Napoli.

  • Lazio e Bologna sono le due squadre che hanno guadagnato più punti in questo campionato con gol realizzati nell’ultimo quarto d’ora di gioco: 14 i capitolini, 13 gli emiliani.

  • Importante traguardo per due giocatori della Lazio nel match contro i felsinei. La prossima sarà, infatti, la 150ᵃ sfida in Serie A per Sergej Milinkovic-Savic - che ha esordito nel      massimo torneo proprio contro il Bologna, all’Olimpico, nell’agosto 2015 -      e la numero 300, invece, per il difensore Stefan Radu. 

  • Tra i giocatori con almeno 60 tiri effettuati, Ciro Immobile della Lazio è quello che nei cinque maggiori campionati europei in corso vanta la media gol più alta: una rete ogni      3.63 conclusioni.

  • Rodrigo Palacio del Bologna, a segno nell’ultimo turno di campionato, non va a bersaglio per due match di fila in Serie A da maggio 2015, con la maglia dell’Inter.

9. Udinese-Fiorentina

   
  • L’Udinese non strappa i tre punti in Serie A alla Fiorentina dall’aprile 2016; da allora, due pareggi e ben cinque sconfitte per i friulani, compresa quella di misura subita nel match d’andata.

  • Diversa la musica in Friuli, dove la Fiorentina ha espugnato la Dacia Arena solo una volta nelle ultime nove trasferte (3N, 5P), nell’aprile 2018; quella fu anche l’unica sfida del      parziale in cui i bianconeri non trovarono il gol.

  • L’Udinese è reduce da tre pareggi in campionato; gli uomini di Luca Gotti non infilano quattro segni ‘X’ in Serie A dal novembre 2012, con Francesco Guidolin in panchina.

  • L’Udinese targata Luca Gotti è rimasta a secco di gol in tre delle sei gare casalinghe di questo campionato: tante quante quelle interne della gestione Tudor-Nicola messe      assieme (in 19 partite).

  • La Fiorentina si è aggiudicata l’ultima trasferta di Serie A sul campo della Sampdoria, ma non vince due gare esterne consecutive nel massimo torneo da aprile 2018 (tre in      quell’occasione).

  • 29 punti in classifica per la Fiorentina dopo 25 match di Serie A; nell’era dei tre punti a vittoria, solo due volte la Viola ne ha contati meno a questo punto della stagione: nel 2004/05 (da neopromossa, 17° posto finale) e nel 2001/02, anno della retrocessione.

  • Nel 2020, l’Udinese è la squadra che in percentuale (50%) ha segnato più gol nell’ultimo quarto d’ora di partita (quattro su otto), mentre la Fiorentina quella che in percentuale      (50%) ne ha subiti di più (quattro su otto) nello stesso intervallo temporale.

  • Considerando gli ultimi 10 gol subiti sia dalla Fiorentina che dall’Udinese nel torneo in corso, ben l’85% del totale è stato incassato nei secondi tempi: nove per i toscani, otto per i friulani.

  • Tra i giocatori che hanno segnato il 100% dei propri gol nei primi 45’ di gioco, soltanto Alejandro Gómez (sei) ne conta più di Stefano Okaka dell’Udinese (cinque) in questo campionato.

  • Dusan Vlahovic (2000) e Federico Chiesa (ottobre 1997) della Fiorentina sono i due giocatori più giovani ad aver realizzato almeno sei reti nella Serie A in corso.

8. Napoli-Torino

   
  • Il Napoli ha perso solo una delle ultime 15 sfide di Serie A contro il Torino, nel marzo 2015 (10V, 4N), pareggiando, però, tre delle ultime quattro; più in generale, quella granata è proprio la squadra contro la quale i partenopei hanno chiuso in parità più match (54) nel massimo torneo.

  • Gli ultimi due incroci tra Napoli  e Torino sono terminati 0-0; le due squadre non hanno mai concluso in Serie A tre confronti consecutivi a reti inviolate.

  • Gennaro Gattuso ha perso quattro delle sue prime cinque gare interne alla guida del Napoli: record negativo nella storia della Serie A per un allenatore al timone dei partenopei dopo i suoi primi cinque match nella competizione al San Paolo.

  • Periodo no per il Torino che va KO da cinque partite di fila in campionato e potrebbe eguagliare il proprio record negativo di sei gare consecutive in Serie A che appartiene ai      campionati 1999/00 (chiuso con la retrocessione) e 2006/07.

  • Moreno Longo ha perso le prime due partite alla guida del Torino in Serie A; l’ultimo allenatore dei piemontesi ad aver subito tre sconfitte nelle sue prime tre panchine      granata in campionato è stato Lido Vieri nel 1995/96 (la terza proprio contro il Napoli).

  • Soltanto il Brescia (10.7) effettua in mediameno tiri a partita del Torino (11.1), mentre solo l’Atalanta (19.9) ne tenta più del Napoli (18.6) in questo campionato.

  • Il Torino è la terzultima squadra di questo campionato per numero di conclusioni di testa (appena 38), ma è la terza, dopo Inter e Parma, per la migliore media gol con questo      fondamentale: una rete ogni 6.3 tiri.

  • Andrea Belotti non va a segno da sei partite di fila in campionato: l’ultima volta che l’attaccante del Torino ha avuto una striscia più lunga a digiuno nella competizione risale a dicembre 2017 (otto partite in quel caso).

  • La prossima sarà la 200ᵃ partita di Andrea Belotti in Serie A; contro il Napoli l’attaccante dei      granata ha timbrato per la prima volta (doppietta) il cartellino nel massimo torneo; inoltre, in caso di gol, sarebbe l'unico giocatore ad andare in doppia cifra di reti nelle ultime cinque stagioni di Serie A.

  • Gli unici tre giocatori ad aver fornito almeno tre assist in ciascuna delle ultime sette stagioni di Serie A vestono tutti la maglia del Napoli: Dries Mertens, Lorenzo Insigne e José Callejón.

7. Milan-Genoa

   
  • Il Milan è imbattuto da sei sfide di Serie A contro il Genoa (e in quattro di queste non ha subito gol), dopo che aveva perso quattro delle cinque precedenti (1V) di campionato.

  • Dopo aver espugnato San Siro nei primi due incroci in Serie A contro il Milan (nel 1930 e 1931), il Genoa ha vinto soltanto tre di tutti i successivi 49 match di campionato in casa      dei rossoneri; l’ultimo successo nell’aprile 2015 (1-3).

  • Dall’arrivo di Stefano Pioli, il Milan ha collezionato sette clean sheet in campionato in 18 partite; con Davide Nicola in panchina anche il Genoa ha blindato la porta evitando di      subire gol in tre delle ultime cinque gare di Serie A: tante quante nelle precedenti 30.

  • Il Genoa ha raccolto cinque punti nelle ultime tre trasferte di questa Serie A (1V, 2N): tanti quanti quelli portati a casa dai liguri nelle 12 gare esterne precedenti.

  • Nonostante il terzultimo posto in classifica, il Genoa è la squadra che nel 2020 ha conquistato in percentuale più punti sul totale (50%, ovvero 11 su 22); il Milan è terzo in questa graduatoria con il 41.7%, cioè 15 sui 36 complessivi.Tra le due, il Verona con 45.7% (16 su 35).

  • Il Genoa è la squadra che ha utilizzato più giocatori nei cinque maggiori campionati europei in corso: 34, almeno tre in più di qualsiasi altra e cinque in più rispetto al Milan.

  • Il Milan è, con il Sassuolo, la squadra che attende da più partite casalinghe (11) di Serie A il gol di testa; l’unico realizzato al Meazza con questo fondamentale dai rossoneri risale alla seconda giornata di campionato contro il Brescia, a firma di Calhanoglu.

  • Nell’anno solare 2020, l’attaccante del Milan Ante Rebic è uno dei soli quattro giocatori ad aver segnato almeno sei reti in campionato, assieme a Ilicic, Immobile e Cristiano      Ronaldo, ed è il secondo di questi per media minuti/gol (una rete ogni 72’), dopo l’attaccante della Juventus (una ogni 57’).

  • Ante Rebic del Milan va in gol da tre partite di fila; l’ultimo giocatore croato ad aver segnato per almeno quattro match consecutivi in Serie A è stato Igor Budan, con la maglia del      Parma, nel novembre 2006.

  • Tra i giocatori con almeno cinque gol all’attivo in questo campionato, il difensore del Genoa Domenico Criscito è quello che vanta la percentuale realizzativa più alta (38.9%).

6. Lecce-Atalanta

   
  • L’Atalanta ha perso soltanto una delle ultime 20 sfide di campionato contro una squadra neopromossa (16V,      3N): quella contro l’Empoli nel novembre 2018 (2-3).

  • Dopo essere rimasto imbattuto nei primi sei incroci casalinghi di Serie A contro l’Atalanta, il Lecce ha vinto soltanto uno di tutti i successivi cinque (1N, 3P) andati in scena nel XXI secolo, nel gennaio 2005, con Zdenek Zeman in panchina.

  • Soltanto a Lazio (30) e Udinese (28), il Lecce ha rifilato più gol di quanti ne abbia segnati all’Atalanta (27) nel massimo campionato italiano.

  • Il Lecce ha raccolto sette punti nelle ultime tre partite al Via del Mare: tanti quanti quelli messi insieme in tutte le 13 gare casalinghe precedenti. 

  • L’Atalanta ha segnato 63 reti in 24 giornate di campionato: in 58 precedenti edizioni della Serie A, soltanto due volte i bergamaschi hanno segnato più gol in un’intera stagione (66 nel 1949/50 e 77 lo scorso torneo).

  • Soltanto il Bordeaux (13) ha realizzato più reti dell’Atalanta (12) dalla distanza nei cinque maggiori campionati europei: il 66% di questi gol (otto) sono stati siglati dai nerazzurri in trasferta.
  • Si affrontano la squadra che ha subito meno tiri, l’Atalanta, (271) e quella che, ne ha fronteggiati di più, il Lecce, (471) nel campionato in corso.

  • Soltanto l’Inter (15) ha mandato in gol più giocatori dell’Atalanta (14) in questo campionato; in particolare, tutte le ultime sette reti della Dea portano la firma di giocatori differenti.

  • Robin Gosens dell’Atalanta, a segno nel match d’andata contro il Lecce, ha preso parte a 12 gol (sette reti, cinque assist) in questa Serie A; tra i difensori dei cinque maggiori campionati europei in corso, soltanto Trent Alexander-Arnold, del Liverpool, ha fatto meglio (14, due marcature e 12 passaggi vincenti).

  • Tra i giocatori che hanno trasformato tutti i rigori in questo campionato, soltanto Cristiano      Ronaldo (sette) ne ha calciati più del centrocampista del Lecce Marco Mancosu (cinque).

5. Parma-SPAL

   
  • Il Parma è l'unica squadra che la SPAL ha affrontato più di due volte in Serie A registrando il 100% di successi: tre vittorie su tre con due clean sheet per i ferraresi.

  • La SPAL potrebbe diventare la seconda squadra contro cui il Parma perde tutte le sfide di Serie A disputate nelle ultime due stagioni, dopo la Lazio.

  • Dopo l'1-0 contro il Sassuolo alla 24a giornata, il Parma potrebbe tenere la porta inviolata in due gare consecutive di campionato per la prima volta dall'aprile 2019, quando ottenne due pareggi per 0-0.

  • Le 10 vittorie in 24 partite di Serie A sono un record per il Parma dalla stagione 2003/04, quando i crociati ottennero il 5° posto a fine campionato.

  • Periodo negativo per la SPAL, che arriva da cinque sconfitte consecutive di Serie A: i ferraresi non sono mai arrivati a sei di fila nel massimo campionato italiano.

  • Il 67% dei punti conquistati dalla SPAL in questa Serie A (10/15) è arrivato contro squadre attualmente nella metà alta della classifica, la percentuale più alta nel campionato in corso.

  • La SPAL ha segnato 19 gol in questa Serie A: nei Top-5 campionati europei solo il Leganes ha fatto peggio (18) e ben quattro giocatori hanno invece realizzato più gol dei ferraresi.

  • Il Parma è, dopo il Lecce (18.8), la squadra che subisce in media più tiri in questa Serie A (18.4 a incontro) - tuttavia le avversarie dei crociati registrano in media una percentuale realizzativa del 6.8%, meglio fa solo il Verona.

  • La prossima sarà la 50a presenza in tutte le competizioni per Gervinho con il Parma: la SPAL è la squadra contro cui l'attaccante ivoriano ha passato più tempo in campo senza prendere parte ad alcun gol in Serie A (196 minuti).

  • Andrea Petagna è il giocatore dei maggiori cinque campionati europei che ha realizzato in percentuale più gol della sua squadra nel 2019/20: per lui 10 reti sulle 19 totali della      SPAL (53%).

4. Sassuolo Brescia

   
  • Il Sassuolo ha vinto la sua prima sfida di Serie A contro il Brescia, solo due volte ha vinto le prime due sfide contro una singola squadra nella competizione: contro una lombarda      (Atalanta) e contro una neopromossa (Carpi).

  • Il Sassuolo arriva dalla sconfitta interna per 0-1 contro il Parma alla 24a giornata: i neroverdi non rimangono senza gol per due partite consecutive di Serie A al Mapei      Stadium dal febbraio 2018.

  • Il Sassuolo non vince una partita di Serie A in programma domenica alle 15 dal dicembre 2018: per i neroverdi da allora otto pareggi e tre sconfitte.

  • Nessuna squadra di questa Serie A attende la vittoria da più partite del Brescia in campionato (10) - per i lombardi sette sconfitte e tre pareggi.

  • Il Brescia subisce gol da 10 partite di campionato: non registra una striscia più lunga nel corso di una singola stagione di Serie A dal 1997/98 (13 in quel caso).

  • Da situazioni di vantaggio il Brescia ha perso almeno cinque punti più di qualsiasi altra squadra nei maggiori cinque campionati europei:27 totali, inclusi 18 nelle ultime nove      partite giocate.

  • Nessuna squadra ha subito più gol di testa del Brescia e del Sassuolo in questa Serie A (nove); quella neroverde è inoltre, al pari del Milan, la formazione che ha segnato meno      con questo fondamentale nel campionato in corso (due).

  • Diego López ha ottenuto un punto in tre partite sulla panchina del Brescia: l'ultimo allenatore delle Rondinelle a non vincere in alcuna delle sue prime quattro panchine di      Serie A è stato Giovanni De Biasi nella stagione 2002/03.

  • La prossima sarà la 250a per Domenico Berardi con la maglia del Sassuolo in tutte le competizioni: l’attaccante neroverde è a una sola rete dalla doppia cifra di gol in questa      Serie A, traguardo che non raggiunge dalla stagione 2014/15.

  • Con i tre gol in questo campionato, Jhon Chancellor è il difensore del Brescia più prolifico in una singola stagione di Serie A da Marius Stankevicius e Pierre Wome (tre reti nel campionato 2004/05).

3. Cagliari-Roma

   
  • L'ultimo successo del Cagliari sulla Roma in Serie A risale al 4-2 della gara di ritorno della stagione 2012/13, in cui Radja Nainggolan aprì le danze al 3° minuto.

  • Dopo essere rimasto imbattuto per 11 gare interne di fila contro la Roma tra il 1997 e il 2012, il Cagliari ha perso quattro delle ultime sei in casa contro i giallorossi (2N).

  • Il Cagliari non vince da 10 partite di campionato, la sua striscia peggiore in Serie A dall'aprile 2015 (11) - i sardi potrebbero inoltre mancare l'appuntamento con il gol per tre gare di fila per la prima volta da febbraio 2019.

  • Dopo il successo per 4-0 sul Lecce, la Roma potrebbe tenere la porta inviolata in due partite consecutive di Serie A per la prima volta dal maggio scorso - nel 2020 inoltre, non ha ancora ottenuto due successi di fila nella competizione.

  • La Roma ha perso le ultime due trasferte di campionato: è dalla stagione 2012/13, con Zdenek Zeman in panchina, che i giallorossi non registrano tre sconfitte esterne di fila in Serie A.

  • Solo la SPAL (88) ha effettuato meno tiri nello specchio del Cagliari in questa Serie A (90): i sardi tuttavia hanno la terza miglior percentuale realizzativa del campionato (12.9%), dietro solamente a Lazio e Atalanta.

  • Roma (uno) e Cagliari (due) sono le squadre che hanno subito meno gol da fuori area in questa Serie A: solo il Real Madrid (zero) ha fatto meglio dei giallorossi nei cinque maggiori campionati europei.  

  • Le partite della Roma sono quelle che hanno visto meno gol nei 15 minuti finali di partita in questa Serie A (otto: cinque a favore, tre contro) - 21 invece nelle gare del Cagliari,      meno solo del Lecce (22).

  • 28 gol in 155 partite di Serie A con la maglia della Roma per Radja Nainggolan: dopo aver realizzato quattro gol con i suoi primi 29 tiri in questo campionato, il centrocampista del Cagliari ha trovato una sola rete con le successive 29 conclusioni.

  • Il prossimo sarà il 100° gol in trasferta per Edin Dzeko nei maggiori cinque campionati europei - l'attaccante della Roma sta viaggiando a una media gol di 0.48, migliorando ampiamente quella dello scorso anno (0.33 a fine febbraio).

2. Juventus-Inter

   
  • La Juventus ha perso soltanto una delle ultime 14 sfide di Serie A contro l'Inter (1-2 nel settembre 2016) - completano il parziale cinque pareggi e otto successi bianconeri.

  • Il 3-1 nel novembre 2012 rimane l'unico successo dell'Inter allo Stadium in Serie A: da allora quattro successi per la Juventus (2N), che ha tenuto la porta inviolata nelle      quattro occasioni più recenti.

  • L'ultimo successo dell'Inter contro la prima in classifica in Serie A risale al settembre 2016 (2-1 contro la Juventus) - da allora i nerazzurri hanno registrato tre sconfitte e due pareggi.

  • Juventus e Inter sono le due squadre che hanno mancato l'appuntamento con il gol in meno occasioni in questa Serie A: una sola partita a secco per entrambe.

  • L'Inter ha perso 1-2 l'ultima trasferta disputata in campionato, contro la Lazio: i nerazzurri non registrano due sconfitte esterne di fila in Serie A dalla fine della stagione 2016/17, sotto la guida di Stefano Pioli.

  • Juventus e Inter sono le due migliori difese della Serie A per quanto riguarda i primi tempi (otto gol subiti): tuttavia mentre i bianconeri non hanno ancora subito gol nella prima frazione nel 2020, i nerazzurri sono già a quota tre nel nuovo anno.

  • 2-1 per la Juventus di Maurizio Sarri nella gara d'andata: nelle ultime 40 stagioni di Serie A solo un allenatore bianconero ha vinto entrambe le prime due sfide di campionato      contro l'Inter, proprio Antonio Conte, attuale tecnico dei nerazzurri.

  • Con una rete, Cristiano Ronaldo stabilirebbe il record della Serie A per presenze di fila con almeno un gol all'attivo (attualmente a 11) in una singola stagione- il campione portoghese inoltre non ha mai trovato la rete per 12 gare di fila in campionato.

  • L'esordio in competizioni europee per Christian Eriksen è arrivato proprio contro la Juventus nel febbraio 2010, quando giocava all'Ajax - con il Tottenham ha invece trovato la rete contro i bianconeri, in Champions League, proprio allo Stadium (nel febbraio 2018).

  • Romelu Lukaku non ha trovato la rete nell'ultima trasferta contro la Lazio - da quando veste la maglia dell'Inter non è mai rimasto a secco per due gare consecutive fuori casa.      L'attaccante belga è infatti il miglior marcatore in gare esterne nei Top-5 campionati europei (12 gol).

1. Sampdoria-Hellas Verona

   
  • Il Verona ha vinto la gara d'andata contro la Sampdoria e potrebbe ottenere due successi in una singola stagione di Serie A contro i blucerchiati per la prima volta nella sua storia.

  • La Sampdoria ha perso solo uno dei 23 precedenti incontri interni di Serie A contro il Verona (15V, 7N) e ha tenuto la porta inviolata nel 48% di questi (11/23).

  • Nell’era dei tre punti a vittoria l’unica precedente stagione in cui la Sampdoria ha conquistato 23 o meno punti dopo le prime 24 partite giocate di un singolo torneo di Serie A      risale al 1998/99: campionato chiuso con la retrocessione dei blucerchiati.

  • La Sampdoria ha perso le ultime due partite interne di Serie A e potrebbe registrare tre sconfitte di fila in casa per la prima volta dal settembre 2013.

  • Il Verona non perde da nove partite di campionato (4V, 5N) e potrebbe restare imbattuto per 10 di fila in Serie A per la prima volta dal 2000.

  • Solo cinque volte nella sua storia il Verona è arrivato con una differenza reti positiva dopo 24 partite di una stagione di Serie A, la più recente nel 1986/87 (+4, come nel      campionato corrente).

  • Questa sfida vede di fronte la Sampdoria peggior attacco nei primi 30 minuti di gioco in questo campionato (uno) e il Verona con sole cinque reti subite nel parziale (nessuna ne conta meno).

  • Tra i portieri con più di tre presenze nel campionato in corso, Marco Silvestri del Verona è quello con la più alta percentuale di parate su tiri da dentro l'area di rigore (74%) - il Verona è infatti la squadra che ha incassato meno reti dall'interno dell'area (16).

  • Con la prossima partita Fabio Quagliarella supererà Daniele De Rossi, Sergio Pellissier e José Altafini (tutti a 459) nella classifica dei giocatori più presenti in Serie A,      raggiungendo così il 27° posto della graduatoria.

  • Giampaolo Pazzini ha realizzato 36 gol in 75 presenze di Serie A con la maglia della Sampdoria: l'attaccante del Verona conta 50 presenze di massimo campionato al Ferraris, con 20 gol all'attivo; l'ultimo tuttavia risale al marzo 2013, a 2551 giorni di distanza da questo match.