Juventus

Superlega, il rilancio di A22: nuovo format in tre anni

Giovanni Benvenuto
I loghi di Real Madrid, Juventus, Barcellona
I loghi di Real Madrid, Juventus, Barcellona / Visionhaus/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nuovo capitolo del progetto Superlega: il nuovo ceo di A22 Sports Management - società che rappresenta i club fondatori dell'ipotetica competizione - ha in mente di rilanciare il piano attraverso un modello sostenibile con un dialogo esteso e attivo. Il tutto in attesa che la Corte di Giustizia dell'UE si pronunci sul ruolo della UEFA.

L'amministratore delegato Bernd Reichart - attraverso un'intervista rilasciata al Financial Times - ha affermato che il nuovo format non sarà più un ostacolo e che tutti gli appassionati di calcio proveranno simpatia verso la nuova idea.

Bernd Reichart
Bernd Reichart / Clemens Bilan/GettyImages

Reichart, inoltre, ha sottolineato come ci sia un'apertura verso un format più aperto e non più con 15 club fissi, auspicabile nella stagione 2024/25 (stesso anno in cui la Champions League avrà un girone unico e 36 squadre). I tre club che momentaneamente sono coinvolti nel progetto sono Juventus, Barcellona e Real Madrid, questi ultimi impegnati in un'azione legale contro la UEFA, accusata di monopolio.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit