Sanchez, da "desaparecido" a punto fermo dell'Inter: ora può restare, ecco la richiesta dello United

Alexis Sanchez
FC Internazionale v Torino FC - Serie A | Emilio Andreoli/Getty Images

Non sarà finito sul tabellino dei marcatori, ma i due assist offerti ieri nella vittoria dell'Inter contro il Torino hanno certificato quello che sembrava già un dato di fatto: dalla ripresa del campionato Alexis Sanchez si è imposto come il migliore della rosa nerazzurra.

Alexis Sanchez, Lautaro Martinez
Internazionale v Torino - Italian Serie A | Soccrates Images/Getty Images

E dire che fino a qualche mese fa sembrava destinato a tornare mestamente in Inghilterra senza aver lasciato il segno, a causa dei tanti infortuni, soprattutto alla caviglia. Le cose adesso sono nettamente cambiate, e in meglio, per il folletto cileno. L'ex Barcellona non intende tornare al Manchester United e spinge per la permanenza a Milano, anche grazie all'apprezzamento di mister Antonio Conte che, quando ha potuto, ha sempre contato su di lui. Sanchez vorrebbe chiedere una buonuscita ai Red Devils, per poi far quadrare i conti anche per l'ingaggio offerto dall'Inter. In questo senso Beppe Marotta potrebbe spalmare il suo compenso su tre anni, aiutato anche dal decreto crescita.

Alexis Sanchez
FC Internazionale v Torino FC - Serie A | Marco Luzzani/Getty Images

L'agente del calciatore, Fernando Felicevich, sta studiando la situazione per provare ad accontentare sia l'attaccante che entrambi i club. L'unico ostacolo è la richiesta da parte del Manchester, di ben 20 milioni di euro. L'Inter prova a limare e conta di poter chiudere intorno ai 10-12.

Segui 90min su Facebook, Instagram Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!