Napoli, l'erba del prato dello Stadio San Paolo diventa gialla: il motivo

Ci sono delle conseguenze generate dal lungo stop del calcio in Italia a causa dell'emergenza Covid-19 non ancora visibili alla maggior parte degli amanti del pallone. Tra queste spicca anche la gestione degli stadi e dei terreni di gioco, che non utilizzati hanno in qualche modo risentito del stop forzato delle competizioni e della manutenzione (in alcuni casi) venuta meno nelle ultime settimane.

A balzare all'occhio del quotidiano La Repubblica è il colore giallo del prato dello stadio San Paolo di Napoli. Ma la motivazione della metamorfosi dell'aspetto del terreno di gioco è prontamente spiegata tra le pagine dello stesso quotidiano, dove viene sottolineato che l’erba non è stata in effetti bruciata dal sole o dal caldo, ma è stata rasata di proposito qualche giorno fa in previsione della ripresa del campionato.

L'ha confermato anche l’agronomo Alberto Castelletti, specialista napoletano che in passato si è occupato in prima persona del manto erboso di Fuorigrotta: “Tecnicamente la operazione compiuta si chiama ‘scalping’. Consiste appunto in una tosatura. Il verde ricomparirà presto, entro al massimo una decina di giorni: sufficienti per fare ritornare il campo perfetto. So che i miei colleghi stanno seguendo una tecnica standard, che in questi casi dà delle assolute garanzie”.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A!