Lazio

Lotito scuote (e minaccia) la Lazio, tra stipendi e ritiro punitivo

Omar Abo Arab
Claudio Lotito
Claudio Lotito / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

La gioia per la vittoria contro la Roma nel derby, per la Lazio, è stata letteralmente spazzata via dal clamoroso capitombolo di Bologna (3-0 senza appello subìto al Dall'Ara). Una prestazione sconvolgente, in negativo, che non è andata giù a mister Maurizio Sarri e, figurarsi, a Claudio Lotito, con il presidente che ha fatto la voce grossa in vista del big match di questo pomeriggio (40 mila i tifosi previsti allo Stadio Olimpico) contro l'Inter del nemico Simone Inzaghi.

Maurizio Sarri
La rabbia di Sarri a Bologna / CPS Images/GettyImages

Una partita ancora più sentita per il patron biancoceleste, dopo l'addio burrascoso con l'ex tecnico, tanto che l'edizione odierna de Il Messaggero ha rivelato che, se non ci sarà una reazione rispetto a quanto visto contro il Bologna, il presidente Lotito ha minacciato addirittura di ritardare il pagamento degli stipendi ai calciatori.

Fino a ieri i cancelli di Formello, centro sportivo della Lazio, erano aperti per il ritiro facoltativo, ma in caso di sconfitta pesante è molto probabile che Lotito li chiuderà ai calciatori per chiuderli nel più classico dei ritiri punitivi.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit