La scelta del CdA della Juventus che rende più salda la posizione di Max Allegri

Stefano Bertocchi
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Giornata importante in casa Juventus, con il nuovo CdA in formazione. Nella giornata di ieri John Elkann, azionista di maggioranza con Exor che detiene il 63,8% del capitale sociale del club, ha proposto una lista di cinque candidati per la nomina del nuovo Consiglio d'Amministrazione che si insedierà per la prima volta il 18 gennaio.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Nicolò Campo/GettyImages

Una delle decisioni più importanti, stando a quanto risulta a La Gazzetta dello Sport, è la conferma di Massimiliano Allegri in panchina. L’allenatore toscano diventerà una sorta di manager all’inglese, interfacciandosi con Scanavino che di fatto gestirà le risorse economiche del club per conto degli azionisti.

"Un ruolo che rafforza la posizione del tecnico livornese, sino a qualche mese fa in bilico per i risultati deludenti, poi parzialmente cancellati dalla serie di sei vittorie di fila che hanno riportato la Juve nelle zone alte della classifica in campionato" scrive la rosea, aggiungendo che Allegri avrà maggior voce in capitolo sulla gestione delle risorse e sul mercato.

facebooktwitterreddit