Juventus

La Juve e un esonero non sostenibile: c'è una sola suggestione in ballo

Alessio Eremita
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

La panchina di Massimiliano Allegri scotta. A far titubare la dirigenza della Juventus è stata l'ultima sconfitta subita in Champions League contro il Benfica, che potrebbe aver già compromesso il cammino europeo della formazione bianconera. Il tecnico toscano si gioca il proprio futuro contro il Monza, nel corso della settima giornata di Serie A. In caso di risultato negativo, la Vecchia Signora avrebbe deciso di esonerare l'allenatore toscano. Il suo sostituto, però, non porterà un nome altisonante per via dell'oneroso stipendio da 7 milioni di euro più bonus percepito attualmente da Allegri.

Paolo Montero
Paolo Montero / Jonathan Moscrop/GettyImages

I limiti imposti dalla UEFA nell'ambito del Fair Play Finanziario - e un bilancio in rosso - non permettono ulteriori investimenti per la guida tecnica. Ecco perché, secondo l'edizione odierna de Il Giornale, prende quota la promozione di Paolo Montero, che lascerebbe così la Primavera bianconera per dedicarsi alle sorti della prima squadra juventina. La scelta dell'ex difensore sarebbe gradita agli occhi dei tifosi, che ormai hanno perso la loro pazienza nei confronti di Allegri.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit