Serie A

La guerra per i diritti tv della Serie A: Casini contro Lotito

Alessio Eremita
Lorenzo Casini, Claudio Lotito
Lorenzo Casini, Claudio Lotito / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages
facebooktwitterreddit

Si preannuncia una nuova spaccatura in Lega Serie A in merito all'assegnazione dei diritti sportivi del massimo campionato italiano. Come riportato dall'edizione odierna de La Repubblica, è in arrivo un'offerta da due miliardi di euro da parte del fondo Carlyle che causerà contrasti tra le due fazioni presenti in Lega: una capitanata dal presidente Lorenzo Casini, l'altra da Claudio Lotito (patron della Lazio), Joe Barone (amministratore delegato della Fiorentina) e Aurelio De Laurentiis (presidente del Napoli). Oltre al fondo statunitense ci sarebbe anche Searchlight Capital, società di private equity.

The Nike ball on a pedestal with the Serie A logo and a FC...
Serie A / Insidefoto/GettyImages

L'arrivo di nuovi investitori permetterebbe alla Serie A di aumentare i ricavi nel corso dei prossimi anni e ritoccare in positivo il bilancio. D'altro canto, motivo per cui sussistono degli oppositori, è la volontà dei fondi di inserire un amministratore proprio nell'organigramma della Lega. I pezzi grossi come Lotito, Barone e De Laurentiis perderebbero così potere. Casini ci prova e non molla la presa, continuando a sondare il terreno alla ricerca di altri fondi interessati.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit