Juventus

L'impatto dell'eventuale esonero di Allegri sul bilancio della Juventus

Alessio Eremita
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

La clamorosa sconfitta incassata contro il Monza aumenta a dismisura il malessere all'interno dell'ambiente Juventus. La posizione di Massimiliano Allegri è sempre più in bilico, non solo per l'1-0 rimediato ieri: pesano i risultati deludenti ottenuti sia in Serie A sia in Champions League, con il percorso europeo fortemente compromesso. I tifosi chiedono l'esonero dell'allenatore, la dirigenza bianconera sta valutando ogni situazione per capire quale sia la scelta migliore. Non è semplicemente una battuta quella fatta dall'amministratore delegato Maurizio Arrivabene verso un sostenitore che gli chiedeva il cambio alla guida tecnica: "Lo paghi tu il prossimo che arriva?".

UEFA Champions League"Paris Saint-Germain v Juventus FC"
Massimiliano Allegri / ANP/GettyImages

Il problema è proprio legato all'aspetto economico. Allegri ha firmato un contratto fino al 2025 da 7 milioni di euro netti a stagione (ossia quasi 13 milioni di euro lordi). Secondo quanto riportato da Calcio e Finanza, un eventuale licenziamento costringerebbe la Juventus al pagamento di 19 milioni di euro netti (36 milioni di euro lordi). Una cifra troppo alta considerando l'attuale momento attraversato dalla Vecchia Signora.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit