La Marca: "Juventus, due nomi per l'attacco. L'Inter potrebbe puntare su Alaba"

David Alaba
Bayer 04 Leverkusen v FC Bayern Muenchen - DFB Cup Final | Alexander Hassenstein/Getty Images

Domenico La Marca, giornalista e conduttore televisivo, ha affrontato prevalentemente l'argomento calciomercato nella sua intervista a 90min Italia. Ecco le sue parole:

Cosa dovrà fare l'Inter sul mercato per ridurre il gap con la Juventus?

David Alaba
Bayer 04 Leverkusen v FC Bayern Muenchen - DFB Cup Final | Alexander Hassenstein/Getty Images

"L'Inter ha dimostrato soprattutto dopo la ripresa di non possedere una rosa qualitativamente parlando tale da competere con la Juventus. Pertanto dai nerazzurri mi aspetto tante operazioni, colpi importanti ma anche innesti intelligenti. Dopo essersi assicurata Hakimi, la compagine nerazzurra potrebbe puntare su Alaba, calciatore polivalente, che allo stesso tempo potrebbe rinforzare la fascia sinistra e la mediana. Inoltre si dovrà intervenire nel reparto difensivo, dove non tutti gli elementi presenti nella rosa hanno assimilato i dettami tattici di Conte, un giocatore come Izzo potrebbe fare molto comodo. Lo stesso centrocampo necessita di fisicità ma soprattutto di un regista in grado di gestire i tempi di gioco, in tal senso Tonali sarebbe un grandissimo colpo, ma forse non sarebbe il profilo più adatto per questo compito. In attacco una volta risolta la questione Lautaro, che scambierei con il Barcellona solo per Griezmann, punterei ad impreziosire il reparto offensivo con uno come Cavani, attualmente svincolato e pronto sicuramente ad una nuova grande avventura".

La Juventus si è assicurata Arthur dal Barcellona

Edin Dzeko
AS Roma v Parma Calcio - Serie A | Silvia Lore/Getty Images

"La Juventus dovrà intervenire in maniera importante ed oculata sul mercato, soprattutto la compagine bianconera dovrà capire come strutturare il centrocampo del futuro. Escludendo gli arrivi di Kulusevski e Arthur e la meritatissima conferma di Bentancur, la Juventus dovrà compiere delle scelte importanti, in primis puntare su Rabiot, che in questa seconda fase di stagione sembra essere ritornato ai livelli dei primi anni del Psg, ed in secondo luogo valutare quale debba essere il futuro di Ramsey, Matuidi e Khedira. Sinceramente vedrei bene con Sarri l'arrivo di Jorginho e di una mezzala in grado di garantire allo stesso tempo fisicità e qualità, il classico centrocampista in grado di spaccare le partite, un profilo alla Pogba o alla Milinkovic-Savic. Reputo che la Juventus dovrà trovare inoltre una valida alternativa a sinistra ad Alex Sandro, mentre nel reparto offensivo serve una punta maggiormente fisica in grado di garantire spazi ai vari Dybala e Ronaldo o di vincere quelle classiche partite sporche, fornendo un'alternativa di gioco a Sarri, personalmente approvo i nomi di Dzeko e Milik".

Un buon Milan ha pareggiato al San Paolo contro il Napoli. Cosa manca ai rossoneri per fare il decisivo salto di qualità e puntare a qualcosa di più importante nella prossima stagione?

"Con Rangnick mi aspetto un Milan giovane e brillante, mi auguro per i rossoneri l'arrivo di nuovi talenti che insieme ai già presenti Bennacer, Donnarumma, Leao, Rebic, Theo Hernandez possano dar vita ad una squadra davvero competitiva. Sono un estimatore di Szoboszlai, personalmente sarebbe un grande colpo per il Milan, inoltre in difesa uno come Upamecano o in alternativa Ajer, potrebbero essere delle soluzioni valide. Farei molta attenzione nel reparto offensivo, dove serve una punta che vada in doppia cifra con facilità, in tal senso il nome di Jovic sarebbe quello più affascinante per il Milan".

Luka Jovic, Yuri Berchiche
Athletic Club v Real Madrid CF - La Liga | Quality Sport Images/Getty Images

Il sorteggio Champions non è stato benevolo per le italiane

"Sono molto curioso di vedere questa final eight di Lisbona, sono convinto che la tenuta fisica farà la differenza e che le squadre con una maggiore applicazione difensiva abbiano un vantaggio. Si tratta di partite secche dove non c'è possibilità di recuperare da un eventuale errore. Sicuramente per la Juventus e il Napoli il sorteggio non è stato benevolo, visto che dovranno comunque impegnarsi per passare il turno per poi affrontare due delle principali candidate alla vittoria finale, difatti Bayern e una tra Real Madrid e Manchester City rappresentano forse gli ostacoli più duri di tutta la competizione. Discorso diverso per l'Atalanta, che è capitata nella parte di tabellone che all'apparenza sembra meno ostica, di sicuro l'undici di Gasperini può far paura ad un Psg fermo da tempo, l'intensità e la tenuta fisica della compagine orobica potrebbero fare la differenza in una sfida che si presenta più equilibrata di quanto si possa pensare".

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!