Serie A

Indice di liquidità: le squadre di Serie A hanno depositato la documentazione

Giancarlo Pacelli
Logo Serie A
Logo Serie A / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

I club di Serie A hanno depositato la documentazione relativa all’indice d liquidità, ossia un valore che riflette la situazione patrimoniale al 31 marzo 2022. La Lazio è stata l’ultima squadra a consegnare agli uffici della Serie A i documenti necessari tramite posta elettronica certificata.

Per verificare la bontà della documentazione si dovranno aspettare le valutazioni della Covisoc (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche), la quale studierà le carte consegnate nel rispetto dei parametri della Lega Calcio.

Indice di liquidità: di cosa si tratta?

L’indice è il risultato del rapporto tra attività e passività correnti, cioè le esposizioni debitorie delle società nel breve e medio periodo. In Serie A la soglia da rispettare è quella dello 0,5 calcolata, come riporta Milano Finanza, con l’applicazione di alcuni correttivi che ne riducono di un terzo la severità.

Ufficialmente tale indice è stato introdotto dal presidente della Federcalcio nostrana Gabriele Gravina, che lo ritiene fondamentale per l'iscrizione al campionato. L’obiettivo principale dell'indice di liquidità è quello di risanare il calcio italiano nei prossimi anni.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit