Dublino verso il no a EURO 2020: ipotesi più gare in Inghilterra

Alessio Eremita
Apr 7, 2021, 2:40 PM GMT+2
Euro 2020
Euro 2020 | FABRICE COFFRINI/Getty Images
facebooktwitterreddit

Restano ancora molte incognite sullo svolgimento di EURO 2020, che si disputerà dall'11 giugno all'11 luglio prossimi in dodici città differenti. Tuttavia, a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus, alcune città starebbero pensando al ritiro della propria candidatura. Inoltre, ad aggravare la posizione di alcuni Stati è l'impossibilità di garantire una parziale apertura degli stadi ai tifosi, come previsto dalle nuove disposizione UEFA.

Republic of Ireland v Luxembourg - FIFA World Cup 2022 Qatar Qualifier
Aviva Stadium | Charles McQuillan/Getty Images

Il massimo organismo calcistico europeo ha già ricevuto il consenso da parte dell'Italia. Il ministro Roberto Speranza ha inviato una lettera al presidente federale Gabriele Gravina con il via libera alla riapertura dello stadio Olimpico, scenario del match inaugurale contro la Turchia.

Come riportato dal Sun, però, non tutte le città si comporteranno come Roma. La prima nazione verso il forfait è l'Irlanda, che avrebbe dovuto ospitare le partite all'Aviva Stadium di Dublino. Le quattro partite potrebbe così essere spostate in Inghilterra: al momento la sede favorita è Manchester (Old Trafford o Ethiad Stadium) favorita sul New White Hart Lane di Londra.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.

facebooktwitterreddit