Champions League

Diritti tv e ricavi commerciali: pioggia di soldi sulla nuova Champions League

Alessio Eremita
Champions League
Champions League / MB Media/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il nuovo format della Champions League, che verrà utilizzato a partire dalla stagione 2024/25, garantirà un notevole incremento dei ricavi grazie a diritti televisivi e introiti commerciali. Come riportato dal quotidiano The Times, la UEFA ha previsto un aumento complessivo del 40%, sfondando così la soglia dei 5 miliardi di euro all'anno. Una chiara testimonianza della crescita del progetto sono le offerte ricevute da quattro agenzie che vorrebbero vendere i diritti in tutto il mondo per conto della UEFA: Uefa Club Competitions SA, Team Marketing, SportsInfront e Endeavour-IMG.

Aleksander Ceferin
Aleksander Ceferin / Catherine Ivill/GettyImages

Ovviamente, le risorse economiche interessano anche i club che parteciperanno alla competizione europea. Una strategia che non si limita al rafforzamento dei top club europei, ma si estende all'annientamento definitivo del progetto Superlega. Il format comprenderà 36 squadre e non 32, con un unico campionato per un totale di dieci partite da disputare per squadra contro avversari scelti in base al ranking. Le prime 16 accederanno alla fase a eliminazione diretta. Soldi e competitività, proprio quello che avrebbero voluto i fondatori della Superlega.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit