Christillin dice la sua sulla possibilità di diventare presidente della Juventus

Alessio Eremita
Evelina Christillin
Evelina Christillin / Philipp Schmidli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Evelina Christillin si è concessa ai microfoni di Radio Anch'io Sport per commentare l'attuale momento della Juventus, squadra di cui è tifosa: "È giustissimo quello che ha fatto la proprietà, azzerando quelli che erano i problemi legati alla gestione finanziaria problematica. Anche il CdA, come avete visto, è molto snello con cinque persone di super professionisti nel campo legale-commercialistico-finanziario. Prima di tutto è giusto che la proprietà rimetta a posto i conti, è l’obiettivo primario. Per questo motivo non credo ci sarà un gran mercato, o saranno parametri zero o non si può spendere".

Evelina Christillin, Walter Veltroni
Evelina Christillin / Nicolò Campo/GettyImages

La dirigente d'azienda, nonché membro della FIFA, ha respinto le voci che la vorrebbero presidentessa onoraria della Juventus: "Per carità, ne sarei onorata, ma non è una cosa assolutamente praticabile, in nessun modo". E sui giovani bianconeri: "Il progetto lasciato completamente nelle mani di Allegri sarà al risparmio: bisognerà fare fuoco con la legna che si ha, che è una buona legna, ancora un po’ verde, ma legna", ha concluso Evelina Christillin.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit