Calcio estero

Ceferin: "La Superlega è morta. I tifosi inglesi hanno aiutato, gli italiani no"

Alessio Eremita
Aleksander Ceferin
Aleksander Ceferin / FABRICE COFFRINI/GettyImages
facebooktwitterreddit

Aleksander Ceferin, presidente della UEFA, è tornato a parlare del progetto Superlega a margine di un'amichevole tra Hajduk Spalato e Shakhtar Donetsk: “È morta. Chi si ostina a tenerla in vita lo fa soltanto per soddisfare il proprio ego, ma ormai è una cosa irrealizzabile”. Un pensiero già espresso nei mesi scorsi e ribadito oggi, per rispondere a chi sostiene che la competizione elitaria sia ancora un'ipotesi concreta per rivoluzionare il mondo del calcio.

Aleksander Ceferin
Aleksander Ceferin / Catherine Ivill/GettyImages

Ceferin ha poi detto la sua sui campionati europei: "In Serie A c'è più competizione, ma i club non sono forti in termini finanziari. La Premier League ha la più grande tradizione, i tifosi sono diversi che in Italia. Quando c'è stato il conflitto sulla Superlega i tifosi inglesi ci hanno aiutato a fare fallire il progetto. Invece i tifosi italiani e spagnoli non hanno fatto nulla”.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit