Cavani: "Juventus e Inter mi hanno chiamato. Non potevo tradire Napoli"

Alessio Eremita
Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images
facebooktwitterreddit

Edinson Cavani è stato inserito nei celebri murales di Napoli, a pochi passi dalla Stazione Mostra che accompagna la folla partenopea verso lo stadio Diego Armando Maradona. L'attaccante uruguaiano, attualmente in forza al Manchester United ma con un trascorso in azzurro, ha commentato l'iniziativa ai microfoni di mondonapoli. Con un riferimento a qualche retroscena di mercato che ha coinvolto anche Juventus e Inter.

MURALES - “L’ho visto e sono emozionatissimo. È l’ennesima dimostrazione d’affetto da parte di Napoli che non dimenticherò mai. L’emozione si è raddoppiata vedendo i miei figli ammirare quel murales. Non si può spiegare”.

Giuseppe Bellini/Getty Images

MESSAGGIO AI NAPOLETANI - “Solo grazie. Gli sarò sempre riconoscente. È per questo motivo che ho detto di no a tanti club italiani tra cui la Juventus, che mi ha chiamato spesso, ed anche l’Inter. Non potevo fare un gesto del genere ai napoletani. Se penso a Napoli penso alla gioia, perché so che ho fatto tanto per loro e loro mi continuano ad omaggiare con tutto questo”.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A.

facebooktwitterreddit