​La rivalità ​Ronaldo-​Messi appassiona da tanti anni ormai milioni di tifosi. I calciatori di ​Juventus e Barcellona sono considerati i giocatori più forti del mondo e si sono divisi nel tempo trofei e riconoscimenti vari. Eppure i due calciatori avrebbero potuto giocare nella stessa squadra.  Nel 2009, quando Cristiano Ronaldo stava lasciando il Manchester United, il fuoriclasse portoghese avrebbe potuto seguire il calciatore argentino al Barcellona. 


Le dimissioni di Ramon Calderon da presidente del Real Madrid ed alcune imprudenti dichiarazioni dell'allora presidente dell'Etica Madridista Eduardo Fernandez de Blas ("Con i soldi necessari per CR7 si potevano comprare più giocatori spagnoli", ndr) stavano per far saltare l’accordo tra Manchester United e Real Madrid per il trasferimento di Ronaldo ai Blancos.  Vicente Boluda, inoltre, presidente del Real Madrid in quel periodo, aveva deciso di non investire cifre importanti per il portoghese.

Lionel Messi,Cristiano Ronaldo


Jorge Mendes, procuratore di Ronaldo, decise allora di valutare due proposte: una del Manchester City e l'altra del Barcellona. L'offerta del Barcellona spaventò il Real Madrid. Il club spagnolo non poteva sopportare l'idea di vedere Cristiano vestire la maglia dell'avversario di sempre. Ecco allora che il CEO José Angel Sanchez convinse i vertici del Real Madrid ad acquistare. Sir Alex Ferguson diede l’ok e CR7 passò al Real Madrid.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juve e della Serie A!