​La Serie A potrebbe procedere verso il taglio agli stipendi dei calciatori durante il periodo di inattività, a causa dell'emergenza Coronavirus. In attesa che riprendano gli allenamenti e venga ufficializzato il ritorno in campo delle squadre, c'è già qualche società che sta pensando provvedimenti.


In particolare la Juventus, i cui dirigenti hanno tenuto un colloquio con il capitano Giorgio Chiellini per fare chiarezza sulla questione. Ai calciatori bianconeri è stata concessa la possibilità di scegliere fra tre opzioni, come riportato dall'edizione odierna di Tuttosport.

Pavel Nedved,Fabio Paratici

Prima: pagamento degli stipendi fino a marzo e poi stop fino alla ripresa delle attività. Seconda: nel periodo da marzo a giugno, rinuncia a uno stipendio se si riparte e a due se lo stop sarà definitivo. Tre: rinuncia a un mese e mezzo di stipendio, a prescindere da come si evolverà la situazione.


Il risparmio effettivo oscillerebbe tra i 20 e i 40 milioni di euro, poiché il monte ingaggi della Juve ammonta a 250 milioni di euro a stagione. Una mensilità vale, di conseguenza, circa 20 milioni di euro.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!