"Sto bene a Monaco, ma mi vedo anche prendere una strada diversa", queste le parole pronunciate di recente dal difensore del Bayern Monaco David Alaba e che sanno già un po' di addio. Alle parole seguono anche fatti concreti che potrebbero preannunciare una separazione imminente poiché il terzino classe 92' presto cambierà agente e si affiderà a Pini Zahavial quale negli ultimi mesi si era affidato anche il compagno di squadra Robert Lewandowski. Sarà dunque il potente procuratore israeliano a gestire le discussioni sul futuro del difensore austriaco, legato al Bayern da un contratto in scadenza nel 2021 che molto probabilmente non verrà rinnovato. Questo potrebbe essere il preludio di un addio del giocatore a fine stagione, un' ipotesi tra l'altro confermata a gran voce dalla stampa tedesca. 

David Alaba

Se da una parte la partenza del giocatore sembra abbastanza sicura, dall'altra è difficile riuscire a prevedere dove andrà a finire. Le piste più calde porterebbero alla Spagna dove è lecito aspettarsi un ennesimo clasico di mercato tra Real Madrid e Barcellona. Le merengues sarebbero infatti disposti a salutare un non più giovanissimo Marcelo in estate e con Eder Militao che non dà ancora garanzie sufficienti come sostituto di Ramos e Varane al centro della difesa. I blaugrana dal canto loro sono alla ricerca di un jolly difensivo che possa giocare sia sulla sinistra come sostituto di Jordi Alba e Junior Firpo sia come centrale abile nell'impostare la manovra, cosa che rientra ampiamente nella capacità del terzino del Bayern. 

David Alaba

La Liga non è però l'unica destinazione possibile per Alaba, nel suo futuro potrebbe infatti esserci anche la Juventus. I bianconeri seguono da tempo il giocatore, ritenuto molto interessante da Fabio Paratici, ma non hanno mai tentato nessun approccio a causa della ferma decisione del Bayern di trattenere il calciatore a Monaco e per via dell' elevato ingaggio del difensore (quasi 10 milioni di euro a stagione). Se da una parte il contratto in scadenza tra un anno ha cambiato la posizione dei bavaresi sullo status dell'austriaco, decisi alla separazione in caso di mancato rinnovo, dall'altra lo stipendio elevato del giocatore rimane un ostacolo per la Vecchia Signora. La società bianconera non è infatti disposta ad effettuare una spesa cosi ingente per un terzino da affiancare al titolare Alex Sandro, cercando invece soluzioni più economiche da utilizzare come sostituti del brasiliano. Se Alex Sandro dovesse essere confermato nella rosa della Juventus per il prossimo anno, come sembra molto probabile al momento, certamente la possibilità di un grosso investimento per un giocatore nello stesso ruolo diminuirebbe, tuttavia non scomparirebbe del tutto, specialmente nel caso in cui i costi del cartellino dovessero non lievitare troppo a causa della competizione da parte di altri club. Per il momento quindi la Juventus si limita ad osservare da lontano le decisioni di Alaba, del Bayern, e dei due super club spagnoli, pronta a fare la sua mossa nel caso che l'austriaco si riveli un vero affare non solo tecnico ma anche economico. 


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!