In casa Milan non c'è solo la certezza che la prossima stagione rappresenterà un nuovo punto di partenza, con una rivoluzione dirigenziale e tecnica già cominciata nonostante lo stop causa coronavirus, ma anche quella che bisognerà ripartire da alcuni interpreti, lasciandone altri.

Andrea Conti,Davide Calabria

E sul fronte dei contratti da rinnovare o meno la situazione è caldissima. Sono tanti i calciatori che si stanno avvicinando alla scadenza e c'è già l'idea di non rinnovare alcuni accordi: appare scontato che non si proseguirà conLucas Biglia, Giacomo Bonaventura e, molto probabilmente (con buona pace dei tifosi) Zlatan Ibrahimovic: tutti e tre, e in particolar modo i due mediani, percepiscono ingaggi importanti, ma soprattutto non collimano con le esigenze del club rossonero di costruire una rosa di calciatori giovani. Si sarebbe potuta fare l'eccezione per lo svedese, ma il contratto di Ibra viene considerato troppo oneroso.


Zlatan Ibrahimovic

Tra quelli che invece vedranno il loro accordo prolungato, secondo l'edizione della Gazzetta dello Sport, ci sono due terzini: Andrea Conti e Davide Calabria. Per il primo la scadenza è ancora lontana (2022), ma si parla di un nuovo contratto. Simile la situazione del secondo, che però rinnoverebbe per essere ceduto, così come Mateo Musacchio. L'accordo con il difensore argentino, che ha perso il posto da titolare dopo l'arrivo di Simon Kjaer, scade nel 2021: il Milan proverà a non perderlo a parametro zero.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!