Francesco Caputo,Jeremie Boga

La Top 11 combinata dei migliori giocatori dei recuperi della 26ª giornata di Serie A

Si sono giocate  tra domenica e lunedì le partite valevoli per la giornata numero 26 del campionato italiano di Serie A. Ecco la top 11 elaborata dalla redazione di 90min Italia.

1. Mattia Perin (Genoa)

Nella prima frazione di gioco si supera in ben due occasioni sventando le pericolose conclusioni di Ibrahimovic e Calhanoglu. Sempre preciso in tutti i suoi interventi, dà sicurezza a tutto il reparto difensivo. Una prova sicuramente molto positiva quella del'estremo difensore.

2. Leonardo Bonucci (Juventus)

Prestazione perfetta quella di Leonardo Bonucci. Leader della difesa, sicuro in ogni intervento, lavora molto di anticipo non concedendo praticamente nulla a un attaccante pericoloso come il centravanti dell'Inter, Romelu Lukaku. Prova anche a spingersi in avanti andando vicino al goal.

3. Adama Soumaoro (Genoa)

Ha un compito particolarmente complicato, quello di tenere a bada gli attaccanti del Milan. Riesce nell'obiettivo mettendoci spesso il fisico. La sua prestazione è complessivamente più che positiva anche se deve comunque concedere qualcosa a un campione come Zlatan Ibrahimovic.

4. Matthijs de Ligt (Juventus)

Se la difesa della Juventus non subisce goal e concede pochissime occasioni ai pericolosi attaccanti dell'Inter di Antonio Conte, grande merito va attribuito alla coppia centrale. De Ligt gioca una splendida partita andando vicino al goal in un paio di occasioni.

5. Francesco Cassata (Genoa)

Realizza un altro goal sfruttando nel migliore dei modi un ottimo inserimento. Battaglia in tutte le zone del campo con il centrocampista del Milan, Kessié, ma vince il duello. Dà sostanza ed equilibrio alla sua squadra, le sue giocate non sono mai banali. 

6. Jeremie Boga (Sassuolo)

Sulle sue tracce ci sono alcuni dei club più importanti d'Italia e non è un caso. Realizza uno splendido goal che fissa il risultato sul 3-0. Dribbling ubriacanti, potenza, velocità e precisione sono tutte qualità che gli appartengono. Altra prestazione sublime.

7. Mattia Valoti (SPAL)

Fondamentale nel successo della SPAL contro il Parma.  Si procura il calcio di rigore trasformato poi da Andrea Petagna. Con i suoi inserimenti da dietro mette in grande difficoltà la malcapitata difesa dei ducali anche perché le sue giocate non sono facilmente leggibili.

8. Aaron Ramsey (Juventus)

Maurizio Sarri gli concede una nuova chance dal primo minuto e lui non se la lascia scappare.   Velocizza la manovra bianconera così come chiede il suo allenatore. Ha il grande merito di trovare il goal che sblocca la partita e che mette in discesa la partita per la Vecchia Signora.

9. Fabio Quagliarella (Sampdoria)

Altro che "vecchietto": a 37 anni il talento di Castellammare di Stabia dimostra ancora una volta di fare la differenza. 162 gol in 460 partite in Serie A per lui. Prima il tap-in dell'1-1, poi il calcio di rigore realizzato con freddezza.

10. Paulo Dybala (Juventus)

Il calciatore argentino è il calciatore più in forma della Juventus. Entra solo nel secondo tempo, ma riesce comunque a fare la differenza. Cosa dire del goal realizzato? Un capolavoro!  Stop in corsa, dribbling a Young e tocco di sinistro che prende controtempo Handanovic.

11. Francesco Caputo (Sassuolo)

L'ex calciatore dell'Empoli decide la gara di Reggio Emilia con una straordinaria doppietta. Prima dall'interno dell'area di rigore, poi con un tiro fortissimo da fuori che non lascia scampo al portiere avversario. Raggiunge quota 13 goal in campionato. Non pochi...

12. Allenatore Maurizio Sarri

Prima della gara contro l'Inter, si trovava in una situazione complicata. Era nell'occhio del ciclone dopo la sconfitta col Lione in Champions. Il mister bianconero prepara al meglio la gara con i nerazzurri vincendo la sfida a distanza con Conte.

La top 11 dei recuperi della giornata numero 26 del campionato italiano di Serie A vede la presenza, tra gli altri, dell'attaccante Paulo Dybala.